Equilibri (e squilibri) politici per le amministrative 2012

Fremono i preparativi in vista delle prossime elezioni, ma lo scenario è ancora tutt’altro che definito 
 
Le uniche certezze per le prossime elezioni comunali a Casarano, al momento, sembrerebbero le candidature a sindaco del 26enne Fernando Rizzello, appoggiato da Io amo l’Italia e Aria Nuova, dell’ex vicesindaco Francesca Fersino di Liber@città e di Franco De Matteis sostenuto da Sel. In realtà, quest’ultima candidatura potrebbe saltare, se il centrosinistra decidesse di individuare il proprio candidato attraverso le primarie. In questo caso, infatti, De Matteis si presenterebbe alle primarie di coalizione. 
Resta da chiarire, però, la posizione degli altri partiti di coalizione. Anche il consigliere provinciale Gabriele Caputo, il cui nome è stato avanzato dal Pd al tavolo delle trattative, si dice d’accordo a ricorrere alla consultazione popolare per individuare il candidato di coalizione. Lo scoglio maggiore, però, sembra essere l’Udc, che, pur proponendo come candidato della coalizione l’ex assessore Attilio De Marco, di primarie proprio non vuol sentirne parlare. Sul fronte opposto, versante Pdl, tutto tace. L’unica novità registrata è la ricomposizione della frattura con il Centro Cristiano Democratico di Claudio Casciaro, a sua volta reduce della rottura con i Verdi di Marcello Torsello che, a questo punto, sono tornati a trattare con la coalizione di centrosinistra, manifestando la propria disponibilità alle primarie. 
Il movimento Regione Salento, dal canto suo, ha proposto le primarie anche nel centrodestra. Proposta accettata da Liber@città, che pure aveva già presentato la candidatura della propria coordinatrice Francesca Fersino e che un mese fa aveva stretto un accordo con Fli, presentandosi come l’alternativa tanto alla sinistra quanto alla destra. Chi ha rifiutato di partecipare alle eventuali consultazioni di centrodestra è stato Fernando Rizzello. Nessuna reazione ufficiale, invece, si è avuta da parte del Pdl. Se il Pdl dovesse restare in silenzio o scartare il ricorso alle primarie, il movimento Regione Salento sosterrebbe il candidato di Liber@città, Francesca Fersino. 
Non è da escludere che il temporeggiamento che si sta registrando tanto nel centrodestra quanto nel centrosinistra sia legato all’esito delle trattative in sede provinciale. È probabile, infatti, che le primarie di Lecce, sancendo la vittoria del candidato del Pd nel capoluogo salentino, abbiano delle ripercussioni anche a Casarano. Non è da escludere, però, che eventuali veti o indicazioni troppo vincolanti da parte dei tavoli provinciali possano mettere a dura prova la tenuta della coalizione. 
A complicare ulteriormente lo scenario ci sono i demasiani. Il gruppo rimasto fedele all’ex sindaco, composto da Casarano sempre, Io sud, Socialisti, Casarano città dei valori e Movimento politico Ivan De Masi, ha già fatto sapere che scenderà in campo compatto in vista della prossima tornata elettorale, con un proprio candidato sindaco, sul cui nome, però, nulla è ancora dato sapere.