Cooperazione internazionale: nasce il progetto “Ebla”

La cooperazione internazionale in favore dello sviluppo turistico. È stato presentato in questi giorni il progetto di “Valorizzazione territoriale e sostegno socio – economico alle comunità rurali di Ebla (Siria)”, volto alla realizzazione di un intervento di sviluppo rurale integrato, relativo a un’area archeologica, quella di Ebla. Il progetto, proposto dall’Istituto Agronomico di Bari con vari enti locali, tra cui la provincia di Lecce che sarà capofila, ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita nelle aree limitrofe al sito archeologico: i luoghi che saranno particolarmente interessati sono i villaggi di Mardikh, Mardebsi, Anquarati, Sheikh Idriss, Al Rayyan. Si cercherà innanzi tutto di giungere a un netto miglioramento della capacità di pianificazione e gestione delle amministrazioni locali, poi la promozione della produzione agricola sostenibile, la valorizzazione turistica sostenibile del parco archeologico di Ebla e del territorio circostante, la maggiore diffusione dei servizi di assistenza per il miglioramento delle condizioni igienico – sanitarie delle imprese agro – alimentari sul territorio. Il costo totale dell’iniziativa è stato stimato in 2.628.400 euro, che saranno ripartiti tra la Siria le province e la regione Puglia e il Ministero degli Affari Esteri. Il progetto partirà questo mese e avrà durata di tre anni.