Simone Perrone a “The Voice of Italy”

Il poliedrico artista salentino è entrato a far parte del team di Piero Pelù nel talent show in onda ogni mercoledì sera su Rai 2 

 

Il cantautore salentino Simone Perrone è ufficialmente un concorrente della terza edizione di “The Voice of Italy”, il programma di Rai 2 che ricerca nuove voci e nuovi talenti con l’aiuto di cinque coach d’eccezione: Piero Pelù, JAx, Noemi e Francesco e Roby Facchinetti.  Nella puntata andata in onda mercoledì 25 marzo, Simone ha presentato davanti ai giudici un’intensa interpretazione di Amandoti, storico brano dei CCCP reso celebre dalla versione di Gianna Nannini, che gli ha permesso di accedere alla successiva fase delle battle, entrando a far parte del team di artisti di Piero Pelù. Dice Simone: “Stare su quel palco è, nemmeno a dirlo, un’esperienza emozionante. Mi tremavano le gambe, ma il calore del pubblico mi ha dato quella carica in più per convincere Piero a girarsi”. 

Cantautore proveniente dal Salento e voce del gruppo elettro-rock Jack in the Head, è noto al pubblico soprattutto per i suoi lavori da solista: L’estate di Adelina e Dannato amore sono le canzoni che gli hanno permesso di farsi largo nel panorama musicale prima salentino e poi nazionale. Pianista, chitarrista e autore, si dimostra un artista a 360° con un occhio sempre rivolto alla sperimentazione e al cambiamento, e infatti nelle sue esperienze artistiche spazia dalle melodie del suo progetto solista, semplici, fortemente emotive e suggestive (spesso fatte di soli archi e piano) a sonorità elettroniche di impronta più forte e incisiva come quelle dei Jack in the Head. 

Il mese scorso è inoltre uscito Spremuta d’Arancia a Mezzogiorno, il suo primo romanzo edito da Lupo Editore, che ha come protagonista un giovane universitario con la passione per la musica e la scrittura.“È il racconto di una vita -spiega Perrone-, una vita comune a chiunque abbia lottato con tutto se stesso per raggiungere un obiettivo”.