Ospedale Maglie-Melpignano, Gabellone (FdI): “Qualcosa si muove”

L’ottimismo del consigliere regionale di Fratelli d’Italia sul futuro nuovo ospedale salentino in seguito a due importanti novità: una bretella stradale e l’avvio dei cantieri

Sbloccato definitivamente l’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo grande ospedale della provincia di Lecce? Così sembrerebbe dalle parole del consigliere regionale Antonio Gabellone (FdI), a margine della Prima Commissione.

L’ex presidente della Provincia di Lecce ha innanzitutto annunciato il miglioramento dei collegamenti stradali proprio in funzione del nuovo nosocomio: “La soluzione concordata con ANAS di prevedere una bretella di viabilità ad hoc collegata alla statale 275 è finalmente una buona notizia per il nuovo ospedale di Maglie-Melpignano. Una strada che servirà solo la struttura sanitaria renderà questa anche più facilmente raggiungibile, per questo salutiamo con favore questa soluzione e il positivo intervento dell’ANAS, tenuto conto che parliamo di lavori che oscillano intorno ai 200 mila euro”.

Non finirebbero qui, però, le buone notizie sul futuro ospedale di Maglie-Melpignano: “Il direttore generale della ASL di Lecce, Rossi -prosegue Gabellone-, i dirigenti dell’area tecnica e il gruppo di progettazione hanno assicurato che per settembre sarà pronto il progetto complessivo che darà il via al cantiere. Insomma, qualcosa comincia a muoversi dopo anni di sole parole, dove in attesa di costruire il nuovo ospedale si sono smantellati i presidi sanitari periferici causando disagi infiniti a chi quotidianamente deve raggiungere Lecce o altri centri per poter effettuare una visita medica. Attese infinite che costringono molti leccesi a farsi curare fuori regione con maggiori costi di mobilità passiva”.

Infine, un messaggio al governo regionale, che potrebbe assomigliare ad una frecciatina: “Il nostro auspicio è che il presidente Emiliano e l’assessore Palese possano avere per questo nuovo ospedale le stesse attenzioni avute per il San Cataldo di Taranto e il nuovo ospedale di Monopoli-Fasano che sono ormai quasi in dirittura d’arrivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *