Lavori in corso, Lecce cambia volto (dal centro alle periferie)

Pullulano, già prima dell’estate, i cantieri che daranno nuova vita a nuove infrastrutture già nel corso dell’anno. E nel 2012 la “rivoluzione” del traffico 
 
Evitare qualsiasi problematica o trauma legati al cambiamento. Ecco perché, soltanto quando il parcheggio dell’ex Enel sarà completato, la rivoluzione del traffico farà capolino in città. Sarà inevitabile chiudere per qualche mese le strade che saranno interessate dai lavori al traffico ma, con la possibilità di offrire agli automobilisti centinaia di parcheggi oggi inesistenti, certamente i disagi saranno contenuti. 
L’Amministrazione comunale guidata da Paolo Perrone fa un passo indietro, ma per buon senso. Commercianti e cittadini, già prima dell’estate, avevano manifestato perplessità sull’intervento. Con il rinvio dei lavori a parcheggio terminato, così, si cercherà di evitare fastidi di ogni sorta. Il Comune dovrà necessariamente cantierizzare i lavori per il basolato e affidarli alla ditta aggiudicataria entro la fine di quest’anno. Questo per non perdere i fondi Cipe. Niente però potrà ostacolare un periodo di stop, in attesa che ci siano le condizioni migliori per cominciare. L’ha confermato in questi giorni anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti: “La chiusura al traffico può essere un problema, se non viene supportata da misure di precauzione”, ha dichiarato infatti.
I commercianti di via XXV Luglio, dunque, tirano un sospiro di sollievo. In tanti avevano lamentato e temuto perdite negli incassi, dovute proprio alla minore affluenza nella zona. La chiusura della strada, però, prima o poi ci sarà. Certamente, ci sarà più tempo per digerire le modifiche alla mobilità per il piano traffico firmato da Giuseppe Ripa. L’intento di pedonalizzare l’intera area del centro cittadino che da piazza sant’Oronzo va al cuore commerciale della città, piazza Mazzini, è ormai palese. Certo è che l’ex Enel non sarà pronto per l’anno in corso e la totale pedonalizzazione, inevitabilmente, slitterà al 2012. Così come slitterà l’auto-park nel parcheggio. La trattativa tra l’Sgm e la ditta privata è in corso e si aggira sui 10 milioni di euro. Tanto ci vorrà per installare, all’interno del parcheggio che conterrà dalle seicento alle 700 auto, servizi necessari che al momento mancano. 
Da uno sguardo generale, in città, i prossimi saranno mesi caldi nel settore dei lavori pubblici. Tanti i cantieri e i lavori che attendono di essere ultimati. Alcuni si concluderanno già entro la fine dell’anno, mentre altri prenderanno la prima metà del nuovo. In piazza Libertini, ad esempio, saranno ultimati i lavori alle mura del castello, prima di avviare il grande progetto di unire piazza sant’Oronzo a piazza Libertini attraverso la creazione di un passaggio interno al castello.
Entro ottobre, solo in caso di parere positivo da parte della Soprintendenza regionale saranno cantierizzati i lavori per la realizzazione di un grande parcheggio in piazza Tito Schipa, all’ex Caserma Massa. Anche i lavori al basolato di piazzetta Santissima Addolorata e in via Di Brienne dovrebbero essere terminati a breve. Si dovrà infine attendere il 2012 per vedere il teatro Apollo vedere nuova luce. 
Lavori in corso sono previsti anche nelle periferie. Dalla metanizzazione di via Adriatica, via Merine, vecchia Merine e via Vecchia Frigole, ai bandi di gara per il potenziamento della tangenziale che porta in centro. La città cambierà volto, nei prossimi mesi. Quasi a voler abbracciare, nel migliore dei modi, una campagna elettorale agguerrita quanto mai. 
 
Barbara Politi