Ven, 6 Gennaio 2012, 0:00

Greco, Malerba, Alemanno e Colaci alle Olimpiadi di Londra 2012

Sono quattro i giovani atleti che puntano alla qualificazione ai prossimi giochi olimpici. Dal salto triplo alla pesistica, dal volley al nuoto, il Salento promette le forti emozioni 
 
Sono almeno quattro i salentini candidati a partecipare alle prossime Olimpiadi di Londra 2012. È in piena corsa per la convocazione nell’Ital-volley l’ugentino Massimo Colaci. Il libero salentino milita da anni nel Trento, dove è riuscito a conquistare scudetti, coppe ed ha brindato per ben due anni di fila alla conquista della coppa del mondo per club. Ed il prossimo 8 gennaio si aggregherà al ritiro della nazionale azzura della pesistica la copertinese Sara Alemanno. L’atleta delle Fiamme Oro, cresciuta nel club di famiglia di papà Francesco, si preparerà alla qualificazione per i giochi olimpici. Ma poi sarà il tecnico azzurro ha scegliere le componenti della squadra. 
Intanto c’è chi punta sin da subito a prenotare il biglietto per Londra. È il campione azzurro del triplo Daniele Greco (nella foto a sinistra), 22 anni, atleta delle Fiamme Oro, che punterà alla misura di 17,20 metri. Una misura confezionata circa due anni e mezzo fa, quando a Kaunas il salentino ha conquistato il titolo europeo under 23. “Voglio sfruttare al meglio la mia attuale buona condizione -ha annunciato Greco-. Punterò da subito a centrare la qualificazione, che voglio mettere a segno nella stagione indoor”.
C’è chi programma il viaggio Oltremanica come il nuotatore Michele Malerba (nella foto), 20 anni, dorsista di Parabita cresciuto nella Fimco Sport di Maglie e poi approdato da due anni a Roma nella Larus. Qui si allena in piscina con i grandi campioni Filippo Magnini e Federica Pellegrini sotto la guida del tecnico Rossetto. “Ho prefissato un traguardo importante ed è quello di poter approdare a Londra -annuncia Malerba, tris d’oro nella propria categoria giovanile 50, 100 e 200 metri dorso-. Per arrivarci dovrò fermare il cronometro ad 1’58” nei 200 dorso. E per ciò sto lavorando con grande entusiasmo per abbassare il mio personale di 1’59”. 
 
Pasquale Marzotta