Dom, 15 Novembre 2009, 0:00

Continua la rivoluzione-parcheggi: ora arrivano le strisce rosa

Le aree-sosta saranno riservate alle donne in attesa ed alle neo mamme e saranno realizzate in prossimità degli uffici pubblici e sanitari

 

Dopo le strisce blu, ora arrivano anche quelle rosa. Saranno a disposizione delle signore in dolce attesa e delle mamme che invece un bebè già ce l’hanno da meno di un anno. La “rivoluzione rosa”, per ora avviata in via sperimentale, porta la firma dell’assessore alle Pari Opportunità Loredana Torsello e tra qualche giorno sarà resa esecutiva a tutti gli effetti grazie ad una disposizione avallata di recente dall’Amministrazione comunale.
Sono nove le aree rosa a completa disposizione delle future e delle neo mamme. Ma non si tratta di “nuove” aree sosta individuate e realizzate nei punti strategici della città (ospedali, uffici pubblici e sanitari), bensì di “parcheggi di cortesia” (come sono stati definiti nell’atto deliberativo) ricavati all’interno della zone-sosta già delimitate dalle strisce blu, e per questo quindi soggette a normale tariffazione. Di rosa e con il classico simbolo di una cicogna con un fagottinno appoggiato sul lungo becco si colorerà un parcheggi in prossimità di Palazzo dei Domenicani, sede del municipio cittadino (in piazza san Domenico), un altro vicino il distretto sanitario ex Inam (in via Vittorio Emanuele II), mentre nei pressi dell’ospedale “Ferrari” di viale Ferrari le zone riservate alle donne in attesa ed alle neo mamme sono due. Un parcheggio rosa sarà realizzato anche, rispettivamente, nei pressi dell’ufficio postale (in piazza Umberto I); di piazza Mercato e dell’ufficio sanitario (in via Vecchia Matino), in piazza Indipendenza; della sede Inps (in via Agnesi) e del consultorio familiare (in via Padova).
“I parcheggi rosa -sottolinea l’atto licenziato dall’Amministrazione comunale- non escludono dal pagamento della sosta tariffata. Il codice della strada non prevede di poter riservare posti auto a favore delle donne i gravidanza, né di poter sanzionare la loro occupazione indebita. L’iniziativa quindi si fonda esclusivamente sulla responsabilità e sul senso civico dei cittadini in quanto trattasi semplicemente di parcheggi di cortesia”. Quella cortesia che, si spera, la città sarà pronta a garantire e a riservare.

 

Daniele Greco