Ven, 2 Marzo 2012, 0:00

Il Pdl candida Gianni Stefàno

“L’uomo giusto al posto giusto”, in questo modo Antonio Gabellone definisce Stefàno. Ora si attendono le contromosse del centrosinistra 
 
Tutto è andato come previsto. Il Pdl ha sciolto le riserve sul proprio candidato alla carica di primo cittadino, ufficializzando la candidatura dell’assessore provinciale Gianni Stefàno (al centro nella foto). A lanciare la candidatura dell’assessore alle politiche energetiche è stato lo stesso neocoordinatore del Pdl e presidente della Provincia, Antonio Gabellone, nel corso di una conferenza stampa. “In questi tre anni da assessore provinciale -spiega Gabellone- Stefàno ha riscosso l’apprezzamento dei cittadini, dimostrando capacità amministrativa, competenza e trasparenza. Crediamo che con lui si possa realizzare un programma di svolta”.
Stefàno è consapevole dei problemi che amministrare una città in profonda crisi economica e finanziaria comporta, ma si dimostra ottimista: “Nonostante quindici anni di palude, caratterizzati da un’Amministrazione allo sbando, siamo fiduciosi. Contiamo sui cittadini, sulle istituzioni e su quanti, con la loro dedizione, hanno dato lustro a Casarano e continueranno a farlo. La città ci chiede di dare un taglio rispetto al passato e la nostra politica risponde pienamente a questa esigenza. Il programma non è ancora stato definito, ma prevediamo due linee di intervento: una a breve termine, in relazione a ciò che si può fare nell’immediato per dare risposte concrete già nei primi cento giorni, e uno a lungo termine, da realizzare nell’intero arco dell’Amministrazione”.
Per il momento, la coalizione che sostiene la candidatura di Stefàno è composta dal Pdl e dal Centro Democratico Cristiano di Claudio Casciaro, ma non è escluso che altre forze politiche potranno aggregarsi. Chi, invece, proprio non riesce a fare sintesi è il centrosinistra, dibattuto tra il seguire la linea dettata dalle segreterie provinciali di Udc e Pd, che starebbero spingendo per la convergenza della coalizione su Attilio De Marco senza ricorrere alle primarie, e le sezioni locali di Pd, Sel, Pdci e Verdi che vorrebbero demandare alla base elettorale la scelta del candidato sindaco di coalizione. 
In un modo o nell’altro, la situazione di impasse dovrebbe essere superata nelle prossime ore. Il centrosinistra, infatti, non può permettersi di perdere terreno rispetto agli avversari Gianni Stefàno, Francesca Fersino e Fernando Rizzello. Anche quest’ultimo ha già dato avvio alla propria campagna elettorale, con un interessante incontro pubblico alla presenza dell’europarlamentare Magdi Cristiano Allam. Resta da chiarire anche il futuro della coalizione dei “demasiani”, anch’essi alle prese con la scelta di un proprio candidato.