Sei in: Home » Io proprio Io » Maurizio Petrelli

Maurizio Petrelli

Maurizio Petrelli

Inizia la sua carriera artistica come batterista negli anni '60, successivamente inizia a suonare il piano e a cantare. Con la Spaghetti Gang, progetto swing che fonda insieme ai fratelli Nando e Giorgio Mancarella e al sassofonista Gigi Galante, realizza una tournée con la cantante Viola Valentino e svolge intensa attività live in giro sulle navi da crociera nel mondo. Negli anni ‘90 si dedica al rhythm&blues fondando i “Soul Brothers” con i quali nel 1999 incide l’album SuperCovers. Nel 2002 nasce una collaborazione col trombettista Guido Pistocchi con il quale realizza un repertorio di "evergreen". La passione per i grandi ensemble evolve nella big band “Grande Salento Orchestra”, che debutta nel 2008 al Teatro Paisiello di Lecce sotto la direzione di Marco Della Gatta. Nel 2010 nasce il progetto “Pugliamerica a/r”, originale percorso musicale in chiave swing che diventa anche un disco prodotto dalla Dodicilune. Nel 2015 il suo secondo cd in big band dal titolo Amori e altre storie (Alpha music). 



Il tratto principale del tuo carattere.  

La riservatezza.

Il tuo principale difetto. 

A volte mi arrabbio...

La qualità che preferisci in una donna?

L'ironia e la sensibilità.

E in un uomo?  

L'acume.     

Cosa ci vuole per esserti amico?  

Essere sincero e disponibile.

Cos’è la felicità? 

Un’utopia.    

L’ultima volta che hai pianto? 

Pochi giorni fa.

Di cosa hai paura? 

Dei luoghi chiusi.

Canzone che canti sotto la doccia?  

Non canto mai sotto la doccia.   

Musicisti o cantanti preferiti? 

Luis Miguel, Al Jarreau, Fred Bongusto, Otis Redding. 

Poeti preferiti? 

Alda Merini, Erri De Luca. 

Autori preferiti in prosa? 

Hemingway, Camilleri, Matelli.

Libri preferiti. 

L'uomo e il mare, Orientàl. 

Attori e attrici preferiti. 

Connery, Favino, Autieri, Theron.

Chi potrebbe interpretarti sul grande schermo?   

Abatantuono.

Film preferiti.

Tutti quelli di James Bond 007. 

I tuoi pittori preferiti. 

Picasso, Caravaggio, Matisse, VanGogh. 

Il colore che preferisci. 

Giallo. 

Se fossi un animale, saresti? 

Gatto.  

Cosa sognavi di fare da grande?

Artista. 

L’incontro che ti ha cambiato la vita? 

Col trombettista Guido Pistocchi. 

La persona a cui chiederesti consiglio in un momento difficile? 

A mio fratello Giovanni. 

Quel che detesti più di tutto. 

La maleducazione.

Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo?  

Il tempo necessario, mai poco... 

Piatto preferito. 

Il pesce. 

Il profumo preferito. 

Ora uso CK Summer 2018

Il fiore che ami. 

Il girasole.  

La tua stagione preferita? 

Primavera. 

Il paese dove vorresti vivere? 

Ancora non ho deciso, comunque di lingua ispanica.

In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere? 

Quella dei grandi ideali, l'800. 

Personaggi storici che ammiri di più. 

Leonardo Da Vinci, Galileo, Beethoven.

Personaggi storici detestati.

Tutti i violenti e guerrafondai. 

Cosa faresti per sostenere ciò in cui credi? 

Spenderei tutte le mie energie, però un po’ di fortuna…

Chi è il tuo eroe vivente? 

Non ho eroi. 

Il tuo sogno ad occhi aperti? 

Un palco, la mia orchestra e un pubblico attento alle mie canzoni.

Il tuo rimpianto più grande? 

Non aver studiato a sufficienza la musica.  

Cos’è l’amore? 

Una rincorsa utopica della felicità insieme ad un'altra persona. 

Stato attuale del tuo animo. 

In attesa di un bel cambiamento. 

Il tuo motto. 

“Vivi e lascia vivere”.

Come vorresti morire? 

Con le cuffie alle orecchie ascoltando la mia musica preferita. 

 

Claudia Mangione 


Maurizio Petrelli L'intervista della settimana
Maurizio Petrelli

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising