Sei in: Home » Io proprio Io » Vito Russo

Vito Russo

Vito Russo

Nato e cresciuto nel Salento, è avvocato e professore ordinario di Diritto Privato nell’Università del Salento, dove insegna anche Diritto finanziario islamico. Svolge inoltre attività seminariale alla Pázmány Péter Catholic University di Budapest e all’ISM University of Management and Economics di Vilnius. Tra le sue pubblicazioni più apprezzate: I trasferimenti patrimoniali tra coniugi in sede di separazione e divorzio. Autonomia negoziale e crisi della famiglia (ESI, 2001), Il Project Financing (ESI 2007), I contratti Shari’a compliant. Valori religiosi e meritevolezza degli interessi (ESI 2014). Sempre in viaggio, ama il contatto con culture differenti, in particolare con il mondo islamico, nei cui paesi trascorre lunghi periodi di studio e di relax. La passione per il vino e per la cucina lo ha portato a conseguire il diploma di Sommelier professionale presso l’Associazione Italiana Sommelier e a rilevare, con alcuni amici, lo storico ristorante leccese “Corte dei Pandolfi”.



Il tratto principale del tuo carattere.

La determinazione.

Il tuo principale difetto.

Intolleranza con i ritardatari. 

La qualità che preferisci in una donna? 

Mi piacciono le donne semplici, che sanno sentirsi belle senza trucco. 

E in un uomo? 

La determinazione. 

Cosa ci vuole per esserti amico? 

Lealtà.    

Cos’è la felicità? 

Essere esigente con la vita e saper apprezzare quello che ti offre. 

L’ultima volta che hai pianto? 

La scomparsa di un amico caro, una persona perbene. 

Di cosa hai paura?

Delle malattie incurabili.

Canzone che canti sotto la doccia? 

Tutta la discografia degli Imagination. 

Musicisti o cantanti preferiti?

Ennio Morricone, Ryuichi Sakamoto, David Sylvian, Sting. 

Poeti preferiti?

Il Sommo, Federico García Lorca, Neruda.

Autori preferiti in prosa? 

Haruki Murakami, Ayn Rand, Sandor Marai, Philip Roth.

Libri preferiti. 

The Fountainhead, Shantaram, The Bad Girl, Norvegian Wood

Attori e attrici preferiti. 

Robert De Niro, Al Pacino, Jennifer Connelly (la sposerei domani), Sergio Rubini.

Chi potrebbe interpretarti sul grande schermo? 

Il Robert Redford di Proposta indecente.

Film preferiti. 

Via da Las Vegas, Il grande Lebowski, A beautiful mind, Denti.

I tuoi pittori preferiti.

Caravaggio, Rembrandt, De Chirico, De Lempicka. Chiedimi chi detesto nel mondo dell’arte: Lucio Fontana e i suoi “tagli”. 

Il colore che preferisci.

Blu. 

Se fossi un animale, saresti? 

Delfino.  

Cosa sognavi di fare da grande?

Il disc jockey.

L’incontro che ti ha cambiato la vita?

Pietro Perlingieri.

La persona a cui chiederesti consiglio in un momento difficile?

Mia sorella. 

Quel che detesti più di tutto.

La superficialità.

Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo? 

Almeno un’ora al giorno. 

Piatto preferito. 

La cotoletta. 

Il profumo preferito. 

Il pane appena sfornato. 

Il fiore che ami. 

La rosa. 

La tua stagione preferita? 

Primavera. 

Il paese dove vorresti vivere?

Mi piace vivere a Lecce.

In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere? 

Mi va bene questa. 

Personaggi storici che ammiri di più. 

Dom Pierre Pérignon, Madame Clicquot-Ponsardin, Karol Wojtyla, Giustiniano.

Personaggi storici detestati. 

Hitler, Stalin, Mao.  

Cosa faresti per sostenere ciò in cui credi? 

Quello che faccio sempre: metterci la faccia.

Chi è il tuo eroe vivente? 

Mia madre.  

Il tuo sogno ad occhi aperti? 

Non pagare più tasse.

Il tuo rimpianto più grande? 

Non ho rimpianti. Ho, al più, un dispiacere: quello di non essermi goduto mio padre, da adulto. Ma lo porto dentro di me ed è importante.  

Cos’è l’amore?  

Passione costante e voglia di far stare bene chi ti è accanto. 

Stato attuale del tuo animo.

Fortunato e felice.

Il tuo motto.

“Don’t judge me, you could be me in another life”.

Come vorresti morire?

Nel sonno.  

 

Claudia Mangione - foto di Carlo De Mitri 


Vito Russo L'intervista della settimana
Vito Russo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising