Sei in: Home » Io proprio Io » Giulia Santilli

Giulia Santilli

Giulia Santilli

Attrice e doppiatrice italiana, nasce a Roma il 30 giugno 1988. Si è diplomata nel 2009, a soli 21 anni, all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio D'Amico”. Ha lavorato nella The Kitchen Company per quattro anni, facendo vari ruoli in diverse commedie inglesi e francesi, in tour lungo tutta l’Italia, per poi tornare stabile su Roma e cominciare un percorso di lavoro con Matteo Tarasco, regista e drammaturgo. Da quattro anni è entrata nel mondo del doppiaggio, senza però mai lasciare il teatro (Ci chiamarono tutti Alda, Frida Kahlo, Alla fine Pluto abbaia, Sorellastre). Al cinema ha prestato, tra i tanti lavori, la voce a Billie Lourd in Star Wars - Gli ultimi Jedi e a Poppy Delevigne in Kingsman: il cerchio d’oro, mentre nel cinema d'animazione ha lavorato a L'era glaciale - In rotta di collisione (voce di Gertie), Lego Batman - Il film (voce di Phyllis), Cars 3 (voce di Sweet Tea) e in Mazinga Z: Infinity (voce di Jun Hono). In tv ha doppiato Mary Wiseman in Star Trek: Discovery, Clara Alvarado in La casa di carta, Sian Reese Williams in Requiem, ecc. È, inoltre. una ironman finisher (long distance di triathlon).



Il tratto principale del tuo carattere.

Sono molto generosa.

Il tuo principale difetto.

Sono troppo generosa.

La qualità che preferisci in una donna?

Il coraggio.

E in un uomo?  

L’umiltà.

Cosa ci vuole per esserti amico?  

Dirmi la verità sempre.  

Cos’è la felicità?

È accettare le proprie fragilità. 

L’ultima volta che hai pianto?

Stamattina.

Di cosa hai paura?

Ho paura di rimanere sola. 

Canzone che canti sotto la doccia?  

Più d’una, Pink moon di Nick Drake questo periodo è quella che mi accompagna di più.

Musicisti o cantanti preferiti? 

Nick Drake, Lady Gaga, Battisti, Coltrane, Queen. 

Poeti preferiti? 

Alda Merini, Walt Whitman, Shakespeare.

Autori preferiti in prosa?  

Alicia Giménez Bartlett, Murakami, Bukowski, Diego De Silva, Ammaniti, Francesco Piccolo. 

Libri preferiti. 

Il barone rampante di Italo Calvino.

Attori e attrici preferiti. 

Meryl Streep, Favino, Luca Marinelli. 

Chi potrebbe interpretarti sul grande schermo?    

Marion Cotillard.

Film preferiti. 

Moulin Rouge!, Pomi d’ottone e manici di scopa.

I tuoi pittori preferiti.

Friedrich, Monet, Caravaggio. 

Il colore che preferisci.

Rosso.

Se fossi un animale, saresti? 

Un bradipo.

Cosa sognavi di fare da grande?

L’avvocato.

L’incontro che ti ha cambiato la vita?

Entrare in Accademia e conoscere determinati insegnanti, Mario Ferrero primo fra tutti.

La persona a cui chiederesti consiglio in un momento difficile?

Il mio migliore amico.

Quel che detesti più di tutto.

La mancanza di sincerità, l’incoerenza, la mancanza di rispetto.  

Quanto tempo dedichi alla cura del tuo corpo?   

Pochissimo, a parte lo sport. 

Piatto preferito. 

La carbonara.

Il profumo preferito.

Quello del legno bagnato.

Il fiore che ami.

Il girasole. 

La tua stagione preferita? 

Inverno.

Il paese dove vorresti vivere?

A Roma sto bene!

In quale epoca ti sarebbe piaciuto vivere?

Primi del ‘900.

Personaggi storici che ammiri di più. 

Napoleone.

Personaggi storici detestati. 

Hitler e svariati presidenti degli Stati Uniti d’America, tipo Bush.

Cosa faresti per sostenere ciò in cui credi? 

Di tutto, tranne tradire chi amo.

Chi è il tuo eroe vivente? 

Mia madre. 

Il tuo sogno ad occhi aperti? 

L’Oscar.

Il tuo rimpianto più grande? 

Non essermi protetta quanto avrei potuto.

Cos’è l’amore? 

Mettere l’altro davanti a noi. 

Stato attuale del tuo animo.

Un po’ scuro.

Il tuo motto.

“La speranza è l’ultima a morire, ma la prima a mettertela in c…”.

Come vorresti morire?

In camerino a 85 anni dopo l’ultima replica di un grandissimo spettacolo. 


Claudia Mangione


Giulia Santilli L'intervista della settimana
Giulia Santilli

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising