Sei in: Home»Rubriche»Primo Piano

Un Museo Archeologico poco accessibile

[04/05/2018] PRIMO PIANO

Un Museo Archeologico poco accessibile

Secondo alcune segnalazioni il Museo di Vaste sarebbe spesso chiuso e quindi non fruibile a visitatori e turisti. In realtà, la struttura è aperta solo il fine settimana, almeno fino a giugno, quando sarà a disposizione ogni giorno. Ma è davvero la migliore strategia?

 

Da circa tre anni rappresenta uno dei fiori all’occhiello del patrimonio storico-culturale del Salento e di tutta la regione. Il Museo Archeologico di Vaste, inaugurato il 18 dicembre 2015 alla presenza, tra gli altri, di Michele Emiliano, Loredana Capone e Raffaele Fitto, è uno degli elementi che costituiscono il Sistema Museale di Vaste e Poggiardo. Il Museo è ospitato all’interno del Palazzo Baronale di Vaste, storico edificio situato nella suggestiva piazza Dante, risalente al XIV secolo e che ha subito modifiche strutturali fino al XVIII secolo. Dopo essere stato recuperato dal Comune di Poggiardo diversi anni fa, oggi il palazzo ospita oltre mille reperti che raccontano la storia del Salento e dell’antica Baxta (l’odierna Vaste) dall’Età del Ferro fino al Medioevo; preziosissime tracce storiche provenienti soprattutto dall’area archeologica di Vaste, in località SS. Stefani. 

All’interno del museo sono conservate testimonianze di particolare pregio quali la Tomba del Cavaliere, la Tomba dell’Atleta, numerosi reperti provenienti dalla necropoli, il “tesoretto” composto da 150 monete d’argento, il più numeroso insieme di tessere da gioco risalente al periodo romano rinvenuto finora, un immenso assortimento di oggetti legati alla vita quotidiana o al culto. Dal museo archeologico parte il tour alla scoperta dell’intero patrimonio del sistema museale, considerato uno dei volani della crescita del territorio poggiardese e non solo.

Questo ruolo, però, rischia forse di essere svalutato da alcune segnalazioni giunte in redazione, secondo le quali il Museo di Vaste resterebbe chiuso per la maggior parte del tempo: coloro che ci hanno contattato parlano infatti di una struttura che da alcuni mesi si presenta sostanzialmente ferma e raramente accessibile; una situazione che, di conseguenza, renderebbe difficile anche la fruizione degli altri elementi che costituiscono il Sistema Museale. Non certo una bella presentazione in considerazione dell’ormai imminente stagione turistica e dopo la partecipata e fastosa inaugurazione nel corso della quale vennero rimarcate le indubbie potenzialità insite nella struttura e nel sistema in generale.

A onor del vero, però, il Museo e tutto il sistema sono fruibili a turisti e visitatori. Lo scarso movimento notato recentemente è molto probabilmente dovuto all’orario di apertura attualmente applicato: come indicato, infatti, sul sito web del CEA “Serre Salentine”, ente gestore del Sistema Museale di Vaste e Poggiardo, il museo è aperto negli ultimi tre giorni della settimana, mentre per i restanti, escluso il lunedì, le visite sono organizzate su richiesta. A partire da giugno, inoltre, il museo dovrebbe proporre un orario di apertura settimanale, da martedì a domenica. In questo periodo dell’anno, però, non sono pochi i turisti, soprattutto stranieri, che hanno scelto il Salento come meta delle loro vacanze; non sarebbe forse più opportuno ampliare l’orario di apertura già da adesso? 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
RafQu L'intervista della settimana
RafQu

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising