Sei in: Home»Rubriche»Primo Piano

Tutti a scuola in ospedale: al via le lezioni al "Vito Fazzi"

[03/10/2020] PRIMO PIANO

Tutti a scuola in ospedale: al via le lezioni al "Vito Fazzi"

Al pari di Bari e Taranto, i piccoli pazienti ricoverati presso l’U.O. di Oncoematologia Pediatrica potranno frequentare le materie previste per la scuola primaria e la secondaria di 1° e 2° grado

 

Ospedali e scuole sono gli argomenti più ricorrenti negli ultimi tempi, soprattutto in riferimento alle nuove strategie per affrontare l’emergenza sanitaria in atto, ma anche per i numerosi tagli a cui queste due istituzioni fondamentali sono state costrette in passato. Come però recitava il fondatore del taoismo, Lao Tzu: “Anziché maledire il buio è meglio accendere una candela”. Proprio al fine di garantire a tutti gli studenti pari opportunità di apprendimento, nasce “Scuola in ospedale”, un’iniziativa che il Miur presenta come un’offerta formativa nata dall’esperienza episodica e volontaria di singoli operatori e istituzioni che nel tempo si è evoluta in una “struttura” con una sua identità precisa, diffusa in tutti gli ordini e gradi di scuola e nei principali ospedali e reparti pediatrici del territorio nazionale.

È stato infatti appena inaugurato presso l’U.O. di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, diretta dalla dott.ssa Titti Tornesello, l’inizio dell’anno scolastico con le sezioni della scuola primaria e della secondaria di 1° e 2° grado, istituita dall’Ufficio Scolastico Regionale in sinergia con la Asl. Per la scuola primaria vengono insegnate tutte le materie, mentre per la secondaria di 1° e 2° grado vengono insegnate storia, italiano, geografia, matematica, scienze, arte, fisica, educazione musicale, inglese e francese. 

I docenti impegnati per le classi della scuola primaria sono due, tre per la secondaria di primo grado e tre per quella di secondo grado. Gli alunni coinvolti nel programma sono diciotto, al momento, di età diverse, che seguono le lezioni all’interno di tre aule allestite nel reparto, una per ogni ciclo di istruzione; due sale di musica e un laboratorio linguistico. L’iniziativa può prendere avvio a Lecce grazie anche alla collaborazione tra l’Asl Lecce e le scuole capofila leccesi, quali l’Istituto comprensivo “Alighieri-Diaz” e l’IISS “Galilei-Costa-Scarambone”, che hanno acconsentito alla presenza costante di personale docente nella struttura sanitaria.

Il rieletto governatore della Puglia Michele Emiliano ha inviato un augurio a tutti i giovani pugliesi che hanno cominciato la scuola, con uno speciale riferimento ai piccoli pazienti della Oncoematologia Pediatrica. “Si parte a Lecce con la scuola in ospedale -ha dichiarato Emiliano- un presidio di grandissimo valore attivato sul territorio regionale, che coniuga due fondamentali diritti, alla salute e all’istruzione. Ringrazio tutti coloro che hanno fatto crescere questa realtà, che porta la bellezza del sapere e della socialità nei luoghi di cura. Tutto il nostro sostegno e incoraggiamento va ai bambini e ai ragazzi che intraprendono questo percorso di studi. Un percorso che è personalizzato per ogni studente in stretta sinergia con la scuola di provenienza in modo da garantire la continuità formativa nel passaggio tra classeospedale”.

“Scuola in ospedale” partirà anche al Policlinico di Bari e all’Ospedale “Santissima Annunziata” di Taranto. Al Policlinico Riuniti di Foggia è attiva inoltre una scuola in presenza nel reparto di Neuropsichiatria Infantile ed è pronta a partire l’attività didattica a distanza per i bambini in Pediatria. Attività didattiche a distanza sono previste anche nelle Asl di Bat e Brindisi.

La “Scuola in ospedale” nasce in Italia intorno agli anni ’50 in alcuni reparti pediatrici in cui furono aperte delle aule speciali con l’ausilio di docenti di scuola primaria, per fornire un sostegno didattico ai piccoli pazienti ed evitare le difficoltà tipiche del rientro in classe, oltre a fornire sostegno ai disagi emotivi e psicologici originati dalla malattia.

 

Ruben Alfieri 



«Indietro
Maurizio Pellizzari L'intervista della settimana
Maurizio Pellizzari

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising