Sei in: Home»Rubriche»In copertina

Sotto questi Chiari di Luna

[24/07/2020] IN COPERTINA

Sotto questi Chiari di Luna

Dal 25 luglio, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid, Villa Tamborino è pronta ad ospitare la 16esima edizione della rassegna teatrale di prosa, con un cartellone di otto spettacoli fino al 9 settembre 

 

Il bisogno e il desiderio di ripartire sono energie che attraversano tutto il Paese e che partono anche da una città da sempre attiva come Maglie; una comunità che riparte con la cultura e con un evento di riconosciuta eccellenza artistica e culturale come la rassegna teatrale Chiari di Luna, diretta e curata da Massimo Giordano, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Maglie e il Teatro Pubblico Pugliese, la collaborazione della Corte de’ Miracoli e del Belpaese e che, come da tradizione, si terrà nella suggestiva Villa Tamborino. Giunta alla sua 16esima edizione, “Chiari di luna” dovrà quest’anno adeguarsi alle restrizioni anti-Covid previste dall’ordinanza n. 255 della Regione Puglia: gli ingressi saranno contingentati, l’acquisto dei biglietti avverrà prevalentemente in prevendita e i posti a sedere saranno distanziati di un metro, senza deroghe per i congiunti (con l’eccezione di persone con grave disabilità fisica o motoria e relativi accompagnatori). 

Con il claim “Da sempre in maschera”, l’edizione 2020 prevede un calendario di otto opere teatrali che partiranno il 25 e il 26 luglio con la prima assoluta dei fratelli Fabio e Luca Maniglio che, con la regia di Mario Gonzalez, porteranno in scena Gli uccelli di Aristofane. L’appuntamento successivo è previsto per il 6 agosto con I numeri dell’anima (tratta dal Menone di Platone), rappresentata dalla Compagnia del Sole e interpretata da Flavio Albanese (che ne cura anche la regia), Loris Leoci e Domenico Pispero

Il calendario della rassegna proseguirà il 12 agosto con i Racconti italiani della compagnia Corte de’ Miracoli; si tratta di uno spettacolo che rappresenta una delle tappe conclusive di un percorso di studio condotto dall’attrice Daria Paoletta. Il 20 e il 21 agosto sarà invece la volta di un’altra prima assoluta: Mamma li turchi, monologo interpretato da Massimo Giordano, autore dell’opera insieme a Giovanni Delle Donne. … Fino alle stelle - Scalata in musica lungo lo stivale è invece lo spettacolo diretto da Raffaele Latagliata in programma il 26 agosto, interpretato da Tiziano Caputo e Agnese Fallongo

La musica sarà invece l’ingrediente principale della serata del 31 agosto, quando sul palco allestito in Villa Tamborino salirà il cantautore salentino Mino De Santis, che presenterà il suo ultimo lavoro discografico Sassidacqua, accompagnato dalla fisarmonica di Pantaleo Colazzo e il basso di William Paglialonga. Doppio appuntamento, poi, per il 6 e il 7 settembre con gli attori della Corte de’ Miracoli, chiamati a portare sul palco lo show Non si butta via niente per la regia di Massimo Giordano. La 16esima edizione di Chiari di Luna calerà infine il sipario il 9 settembre con il Decameron di Giovanni Boccaccio, portato in scena ancora una volta dagli attori della Corte de’ Miracoli. 

Info: www.chiaridiluna.it. Prevendita: Cartel (Maglie) tel. 0836.484092 - cell. 328.0454551. 

 

“Un atto di amore e un messaggio speranza per il teatro” 

 

La ripartenza di un evento come Chiari di Luna rappresenta un segnale molto forte per tutto il territorio, non solo quello magliese. Una simile scelta, quindi, non poteva che trovare il plauso dei rappresentanti delle istituzioni, come il sindaco Ernesto Toma, felice per la conferma di un evento che rappresenta “il fiore all’occhiello di Maglie e per il quale l’Amministrazione comunale contribuisce con entusiasmo mettendo a disposizione Villa Tamborino, che fornisce un tocco in più al già alto valore culturale della manifestazione”. Plaude all’iniziativa anche Debora Fusetti, assessore comunale alla Cultura: “Abbiamo attraversato un periodo buio, la Corte de’ Miracoli e la Fondazione Capece hanno dovuto annullare Storie di donne, una bellissima ed interessante rassegna invernale dedicata all’universo femminile. Ma ora l’entusiasmo e la voglia di normalità prendono il sopravvento grazie a Chiari di Luna, rassegna ormai storica e attesa con trepidazione da cittadini, turisti ed appassionati di teatro”. 

La stessa soddisfazione trapela anche dalle parole di Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese, ente che dal 2014 si pone come partner dell’iniziativa: “Non posso che accogliere con gioia l’avvio di una delle primissime attività culturali dopo che il Covid ha chiuso gli spettacoli dal vivo. Il Teatro Pubblico Pugliese conferma la sua presenza, e lo fa a maggior ragione quest’anno perché, d’intesa con la direzione artistica della rassegna, si è deciso di valorizzare le produzioni pugliesi”. 

L’organizzazione della 16esima edizione è forse stata quella più complessa per il direttore artistico Massimo Giordano: “È stato sicuramente profuso uno sforzo maggiore, ma ho avuto la fortuna di incontrare la generosità degli sponsor e l’incoraggiamento di tante persone che tenevano alla prosecuzione della rassegna, tant’è vero che in 16 anni non ho mai ricevuto così tanti feedback positivi e incoraggiamenti a proseguire. È un segnale importante di voglia di tornare ad una gioiosa normalità. Sarà una edizione più complessa da gestire, ma proprio per questo vale di più, i nostri spettatori se lo meritano. Non posso non pensare, però, ai tanti organizzatori che hanno dovuto rinunciare ai loro eventi: il teatro sta soffrendo in maniera indicibile, soprattutto perché non è semplice accogliere gli spettatori rispettando le nuove regole, anche in considerazione del fatto che queste normative sono estese anche sul palco; anche gli attori, quindi -conclude Giordano-, dovranno mantenere il distanziamento sociale ed evitare contatti, e gli spettacoli in cartellone sono stati scelti anche in base a questi criteri”.

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Luca Quarta L'intervista della settimana
Luca Quarta

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising