Sei in: Home»»

Pronto, Raffaele?

[26/06/2020] IN COPERTINA

Pronto, Raffaele?

Il centrodestra fa quadrato e sceglie Raffaele Fitto come candidato alla presidenza della Regione Puglia, mentre il centrosinistra appare diviso tra Michele Emiliano e Ivan Scalfarotto  

 

Sarà Raffaele Fitto il candidato per il centrodestra alle prossime elezioni regionali che si terranno (molto probabilmente) nel fine settimana del 20 e 21 settembre. Si mette così fine al lunghissimo tira e molla, soprattutto tra il partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, che da sempre ha puntato sull'eurodeputato salentino, Forza Italia di Silvio Berlusconi e la Lega di Matteo Salvini, quest’ultimo intenzionato a optare per il cambiamento, puntando tutto su Nuccio Altieri. Mesi di confronti, anche aspri, all'interno delle varie correnti, prima di ritrovarsi insieme intorno al nome di Fitto, ufficializzato nella mattina di lunedì 22 giugno. 

Una scelta travagliata, giocata sui tavoli romani, dove si sono decisi i candidati per le elezioni regionali, su tutte Puglia e Campania, e per quelle amministrative del prossimo autunno: una lunga lotta di posizione partita già alla fine del 2019 quando la Meloni sembrava puntare dritta su Fitto, mentre il leader leghista nutriva qualche perplessità. Il 28 gennaio, durante un'intervista a Radio Rai 1, Salvini frenava ancora sul nome del politico salentino, limitandosi ad un laconico “sulla Puglia ci ragioniamo”, ma a febbraio le cose non erano di molto migliorate con Fitto che cercava di rilanciare altri nomi, mentre Meloni e La Russa tenevano alta la barricata.

Fino allo scorso 11 giugno tutto sembrava ancora fortemente in bilico con il leader leghista che tuonava: “La nostra priorità è dare ai pugliesi il cambiamento. Poi, se il centrodestra fa uno sforzo di rinnovamento male non fa”. E su questo nodo si è andati avanti per mesi e mesi, fino all'ufficializzazione del candidato. Alla fine è arrivato l'accordo, l'unico modo per tentare di ritrovare l'unità di intenti all'interno di una coalizione che negli ultimi anni ha visto collezionare sconfitte a livello regionale e pesanti tonfi a livello comunale, come nel caso di Lecce.

Ora bisognerà vedere che squadra verrà preparata. C'è già chi parla di un “ticket” che, in caso di vittoria, prevede Fitto presidente ed Altieri come vicepresidente. È Giorgia Meloni nel corso di una conferenza stampa a Bari mercoledì scorso a chiarire come stanno le cose: “Di ticket non si è mai parlato perché sul fatto che la Lega esprima il vicepresidente mi pare che sia abbastanza nelle cose, ragionevolmente anche sulla base del consenso. Naturalmente da parte nostra siamo favorevoli e disponibili”, ha sottolineato la leader di Fratelli d’Italia.  

 

Fitto: “La Puglia deve tornare ad essere terra di opportunità e di sviluppo” 

 

A poche ore dall'ufficializzazione della sua candidatura come rappresentante del centrodestra nella corsa alle regionali in Puglia, Raffaele Fitto ha fatto trapelare tutta la sua contentezza per la risoluzione dell'accordo: “La decisione dei leader di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia costituisce per me motivo di orgoglio e al contempo sento su di me la grande responsabilità di aver riunito le forze politiche in un’unica proposta diversamente da quanto è avvenuto in passato. Ringrazio Silvio Berlusconi, Matteo Salvini per la fiducia accordatami, e Giorgia Meloni, alla quale rivolgo un particolare ringraziamento per la lungimiranza dimostrata e per aver creduto nella mia candidatura a Presidente della Regione Puglia fin dal primo momento”. 

Ora bisognerà mettersi al lavoro per pianificare la campagna elettorale e la squadra da allestire per centrare l'obiettivo della vittoria in un contesto storico che vede il centrodestra favorito dai sondaggi su tutto il territorio nazionale: “Il centrodestra è maggioranza naturale nel Paese e, ritengo, a maggior ragione nella nostra Puglia. La forte coesione delle tre forze politiche principali costituisce, dunque, un punto fondamentale dal quale partire per costruire una proposta di forte cambiamento, che riaccenda nei pugliesi la speranza di una migliore qualità della vita. Ora tocca a noi l’onere e l’onore di rappresentare le diverse sensibilità presenti nella nostra comunità: dobbiamo lavorare tutti insieme, facendo tesoro proprio della ritrovata unità, per riportare la nostra amata Puglia ad essere terra di opportunità e di sviluppo”. 

Quindi, Fitto indica la via da seguire, tenendo a mente alcune parole chiave importanti intorno alle quali costruire la propria sfida politica al centrosinistra, in particolare a Michele Emiliano: “In particolare, dobbiamo lavorare per restituire dignità a settori strategici della nostra Regione: non sprecheremo neppure un euro dei Fondi Europei fondamentali per la costruzione di un programma di sviluppo coerente e credibile rivolto a tutti i nostri agricoltori, commercianti, imprenditori e artigiani dei diversi settori, in modo particolare a quelli dei settori turistico-alberghiero e agricolo, professionisti e titolari di partite Iva. In un contesto di straordinaria emergenza sanitaria e socio-economica derivante dal Covid, il nostro obiettivo è ridare valore a parole come sanità, welfare, famiglia, ambiente, trasporti e a tutti coloro che non hanno mai avuto nessun tipo di opportunità”.

 

Alessio Quarta



«Indietro
Nicola Fiore L'intervista della settimana
Nicola Fiore

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising