Sei in: Home»Rubriche»In copertina

Una cittą in festa per Afrune

[13/12/2009] IN COPERTINA

Una cittą in festa per Afrune

Unanimi i consensi per la mostra del pittore salentino che ritorna ad esporre nella su città natale. “Un evento dal grandissimo significato culturale”, commenta il sindaco Astore. Per il consigliere regionale Aurelio Gianfreda “Poggiardo si conferma un’enclave straordinaria in differenti campi dell’espressione artistica”

 

“È con gioia immensa e profondo orgoglio che la città di Poggiardo accoglie questo evento straordinario”. È emozionato il sindaco di Poggiardo Silvio Astore, nel dare la notizia del grande evento che si svolgerà da metà dicembre nella cittadina messapica. “C’è un intero paese in trepidante attesa di ammirare le opere del maestro Afrune, sono ormai settimane che non si parla d’altro. Sarà del resto una mostra dal grandissimo significato culturale che, ne sono certo, catturerà i visitatori per la sua profonda intensità, la forte spiritualità e il grande valore artistico. Un magnifico regalo che il maestro Afrune ha voluto donare alla sua città natia in cui non esponeva da molti anni.  Avere la possibilità  di condividere con i cittadini di Poggiardo e Vaste la sua trasformazione artistica e umana ammirando quella che è la sua arte oggi rappresenta un momento di crescita per l’intera comunità anche, ci tengo a sottolinearlo, sotto il profilo spirituale. Credo non si potesse avere evento migliore per chiudere l’anno in corso e aprire il nuovo per il nuovo Palazzo della Cultura, che con grandi sforzi e forte determinazione sta ormai diventando il cuore culturale pulsante di un intero territorio”.
Per il Consigliere Regionale Aurelio Gianfreda “la mostra di Giuseppe Afrune rappresenta un evento culturale di alto profilo per l’intera regione Puglia, sia per l’aspetto artistico sia per le implicazioni di carattere evolutivo di un percorso umano che il maestro Afrune ha intrapreso ma non ancora concluso, passando dalla esaltazione dei cafè chantant alla riflessione intima sulla caducità del ‘terreno’ e alla trascendenza del ‘divino’. Le opere del Maestro presenti in Vaticano, a Castel Gandolfo, a San Giovanni Rotondo e nella Basilica di Assisi sono riconoscimenti ad un artista poggiardese di cui l’intera comunità è fiera. Sono profondamente convinto che questa Mostra nel Palazzo della Cultura, realizzata per la prima volta a Poggiardo e a distanza di quattro anni dall’ultima nel Castello Carlo V a Lecce, rappresenti un tributo dovuto dall’Amministrazione comunale ad un artista che continua a dare lustro a Poggiardo e alla cultura salentina che, nel panorama internazionale, rappresenta un’enclave straordinaria in differenti campi dell’espressione artistica. Un territorio, caratterizzato da esperienze che dai Messapi ai Romani ai Bizantini è stato l’habitat naturale di straordinarie testimonianze passate, non poteva essere sordo a straordinarie esperienze artistiche attuali”.
Per l’assessore alla Cultura del Comune di Poggiardo, Lina Tarantino, “questa iniziativa è la conferma di quanto questa Amministrazione comunale abbia deciso di investire nella cultura e lo faccia con passione e determinazione. Non si spiegherebbe altrimenti come un piccolo Comune come il nostro riesca ad organizzare eventi come il Congresso Internazionale sul Turismo Religioso, il Festival Internazionale dell’Archeologia per ragazzi, il Festival del Teatro Antico solo per citarne alcuni. Lo spessore artistico del maestro Afrune è tale da trasformare questa mostra in un evento straordinario non solo per Poggiardo e Vaste. Ho visto alcuni dei quadri del maestro Afrune e ne sono rimasta impressionata per l’intensità delle espressioni e per la profonda spiritualità che da essi promana. Sono pertanto certa che questa mostra rappresenterà un’esperienza indimenticabile per chi verrà a visitarla”.
 



«Indietro
Cristiano Militello L'intervista della settimana
Cristiano Militello

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising