Sei in: Home»Comuni»Poggiardo

Un patrimonio da valorizzare

[12/07/2019] POGGIARDO

Un patrimonio da valorizzare

Domenica 14 l’associazione “Orizzonti” ha organizzato un incontro per coinvolgere cittadini e associazioni locali nell’acquisizione e la tutela di beni quali Castello Guarini e il Cinema Anita

 

È un patrimonio culturale di inestimabile valore quello che il Comune di Poggiardo può fregiarsi di possedere. Arte, storia, architettura e natura si susseguono tra le piazze e le vie della cittadina salentina e della sua frazione di Vaste, dove spiccano alcuni beni che danno lustro a tutto il territorio comunale: i beni racchiusi nel Sistema Museale Vaste Poggiardo si accompagnano a Villa Episcopo, al rione Terra (il primo nucleo abitato), al Palazzo Episcopo e al Castello dei Duca Guarini, al neoclassicismo degli edifici di corso Matteotti, al Convento di San Francesco, al Cinema Anita. 

Tutti beni che secondo il professore Paolo Rausa necessitano di un restyling, oltre che di un riconoscimento e una gestione che veda protagonisti i cittadini, singoli e associati, attraverso forme idonee di società e fondazioni, dopo aver acquisito al patrimonio pubblico i beni, in particolare il Castello Guarini e il Cinema Anita; questo sono le parole con le quali il professore Rausa presenta l’incontro “I beni culturali di Poggiardo: acquisizione, tutela e valorizzazione”, organizzato dall’associazione culturale “Orizzonti” di cui è presidente. L’appuntamento è per domenica 14 luglio, alle ore 10, presso il Palazzo della Cultura di piazza Umberto e si presenterà come un incontro pubblico con protagonisti cittadini e associazioni locali, a cui è invitata anche l’Amministrazione comunale. Soluzioni e proposte per la gestione di questo immenso patrimonio saranno al centro delle discussioni, attraverso le quali si tenterà di “sollecitare i cittadini scrive Rausa- a ri/conoscere i beni del proprio paese, la loro valenza culturale e a offrirsi come gestori in collaborazione con la Pubblica Amministrazione trovando i modi e le forme previste”. 

L’incontro sarà coordinato da Paolo Rausa e vivrà degli interventi dello storico locale Anacleto Vilei, dell’archivista Filippo Cerfeda, della letterata Cecilia Toma e del cantattore Pasquale Quaranta, alias P40. Gli obiettivi dell’incontro sono da anni al centro dell’attività di “Orizzonti” che proprio negli scorsi giorni ha preparato anche una petizione a donna Eleonora Guarini per la fruizione del Castello. 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Antonio Maggio L'intervista della settimana
Antonio Maggio

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising