Sei in: Home»Rubriche»In copertina

Un Palazzo di Giustizia a disposizione di tutti

[28/01/2010] IN COPERTINA

Un Palazzo di Giustizia a disposizione di tutti

“A Santa Chiara prima rubarono e poi misero i cancelli”, così un famoso proverbio salentino. Al tribunale di Lecce urge la necessità di provvedimenti per evitare che malintenzionati si approprino di documenti o atti
 
Se per un qualsivoglia motivo accade di recarsi nel Tribunale di Lecce nelle ore pomeridiane, quando tutti si rilassano, l’utenza è poca, il bisogno di riposo pomeridiano è prepotente, la sensazione netta è di ritrovarsi sul set di un film di fantascienza. Uno di quei film dove pochi sopravvissuti si guardano intorno alla ricerca di un viso amico o di una speranza di sopravvivenza. Molte stanze vuote ma con le luci accese; pochi impiegati che, al passaggio dell’utenza nei corridoi, abbassano subito lo sguardo onde evitare di essere disturbati da domande o richieste. 
Una scena tipica da incursione dei mattatori di Striscia la Notizia. Tranquillamente si possono aprire cassetti, armadi, fascicoli, con buona pace della sacrosanta privacy. Certo, gli impiegati saranno frustrati dal dover combattere con un’utenza spesso maleducata, con computer che ormai sono buoni solo per una mostra di archeologia tecnologica. Vero, tutto vero. Tuttavia, come ben sappiamo la medaglia ha due facce. Che ci sia bisogno di modernizzare la macchina: lo sappiamo tutti, ma per ottenere questo sacrosanto obiettivo è necessaria, tra le altre cose, la formazione e l’aggiornamento del personale. Già dalle scuole elementari ci insegnano che intervenire su un insieme significa lavorare su tutti gli elementi in esso contenuti. Ora appare chiaro che gli interventi del legislatore sul tema giustizia hanno toccato aspetti o per meglio dire parti dell’ingranaggio, senza uno sguardo globale. Sostanzialmente la macchina amministrativa viene “dimenticata” come se i giochi li facessero solo le parti in causa: giudice, difesa, accusa. 
Eppure gli uffici giudiziari hanno funzioni delicate e importanti. Le cancellerie sono le unità organizzative di ogni tribunale, si occupano di materie giuridiche specifiche offrendo servizi relativi ai procedimenti trattati quali ad esempio la ricezione degli atti delle parti, la verbalizzazione delle attività giudiziarie, il deposito e la comunicazione dei provvedimenti. Possiamo solo sperare che il legislatore decida di “buttarci” l’occhio. 
 


«Indietro
Nicola Fiore L'intervista della settimana
Nicola Fiore

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising