Sei in: Home»Comuni»Maglie

Un Consiglio contro i cattivi odori

[13/12/2019] MAGLIE

Un Consiglio contro i cattivi odori

È prevista per venerdì 14 l’assemblea monotematica richiesta a gran voce dopo le tante segnalazioni da parte dei cittadini e la diffusione dei dati Arpa circa lo sforamento di oltre 10 volte il limite consentito per il Pm 2.5

 

Si aspettano risposte dal Consiglio comunale monotematico sui miasmi. Venerdì 14 dicembre i cittadini magliesi chiederanno agli amministratori di intervenire sulle emissioni che causano cattivi odori nell’aria del territorio del Comune. La proposta dell’assise monotematica è partita dal vicesindaco Franca Giannotti, e dai rappresentanti della minoranza, Sabrina Balena e Mario Andreano (Pd), Antonio Giannuzzi (Città libera) e Antonio Izzo (M5S), con l’appoggio del presidente del Consiglio comunale, Gabriele Bucci dopo le continue segnalazioni arrivate dai cittadini nel corso delle settimane passate. Un allarme che dopo aver puntato il dito sul depuratore consortile di San Sidero, si è spostato verso altri tipi di inquinanti provenienti, secondo le ipotesi, dagli impianti industriali che fanno da cornice al perimetro magliese, in particolare dall’agro di Muro leccese e dalla zona industriale di Melpignano. Una situazione che, in molti, ha fatto ripercorrere il ricordo della Copersalento: per questo diverse famiglie hanno voluto costruirsi personali centraline di rilevamento, condividendo i dati sui social. 

Le rilevazioni Arpa relative al Pm 2.5 di sabato 7 dicembre, hanno mostrato uno sforamento consistente di oltre 10 volte il limite consentito dalla normativa, con altri superamenti più contenuti il 1° dicembre e l’8 dicembre. I sospetti che aleggiano sui social, farebbero pensare ad un’attività di incenerimento illecita che avverrebbe durante le ore notturne, quando la vigilanza dei cittadini si allenta. Nelle settimane passate, le Amministrazioni di Maglie e Muro Leccese avevano messo a punto un protocollo d’intesa contro le emissioni maleodoranti. I due primi cittadini Ernesto Toma e Antonio Donno si erano incontrati per delineare una strategia comune per contrastare e individuare l’origine dei cattivi odori che affliggono l’intero circondario da tempo. Primo passaggio, la convocazione congiunta delle commissioni ambiente. 

Un territorio preoccupato quello magliese, tanto da spingere privati cittadini e associazioni a promuovere raccolte firme per chiedere un’aria finalmente pulita. A Muro leccese proprio domenica prossima, ci sarà una tavola rotonda, alle 19 a cui parteciperanno, oltre ai sindaci di Muro e di Maglie, il deputato Lorenzo Donno (M5S), poi Cristian Casili (M5S), Antonio Trevisi (M5S) e Mario Pendinelli della commissione ambiente regionale e Laura Lubelli, presidente di Città futura.



«Indietro
Ruben Razzante L'intervista della settimana
Ruben Razzante

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising