Sei in: Home»Comuni»Casarano

Trasporto pubblico, l'opposizione vuole vederci chiaro

[11/10/2019] CASARANO

Trasporto pubblico, l'opposizione vuole vederci chiaro

Autobus che girerebbero “a vuoto” e nessuna informazione ai cittadini su percorsi, orari e costi dei biglietti: quattro consiglieri di minoranza scrivono al sindaco Stefano

 

Il servizio di trasporto pubblico a Casarano esiste o non esiste? Queste sono le domande che si chiedono molti cittadini e che ancora oggi non hanno avuto una risposta adeguata. A sollevare la questione nei giorni scorsi dai consiglieri comunali di minoranza Mauro Angelo Memmi, Umberto Totaro, Attilio De Marco e Luigino Bartolomeo, i quali in un’interpellanza indirizzata al sindaco Gianni Stefano chiedono di “conoscere i motivi per i quali sinora l’Amministrazione non ha mai intrapreso alcuna iniziativa sul servizio di trasporto pubblico e di conoscere, altresì, gli eventuali intendimenti dell’Amministrazione mediante i quali si prefigge di operare in merito”. 

Oggetto del contendere proprio il servizio di trasporto pubblico, avviato circa dieci anni fa e affidato in appalto alla ditta Tundo Vincenzo srl, che all’inizio risultò un ottimo investimento per il Comune, offrendo percorsi differenziati con diverse fermate e rappresentando una risorsa per studenti e pensionati. Col passare del tempo lo stesso servizio è passato sempre più in ombra tanto che ad oggi, a detta dei consiglieri di opposizione, “non è minimamente pubblicizzato, incoraggiato o incentivato, non comparendo addirittura nell’homepage del sito web del Comune di Casarano” (ad eccezione del link del settore Viabilità, dove risultano solamente le mappe e i percorsi storici degli autobus all’avvio del servizio). Assenti anche in paese informazioni riguardo agli orari nelle varie fermate, al costo del biglietto o all’eventuale sussistenza del servizio ad oggi. 

Risultato: “Da conoscenza diretta -scrivono i consiglieri-, confermata dai cittadini e dagli addetti ai lavori domandati, il servizio gira costantemente a vuoto”. E anche se questo incide solo in minima parte sulle casse comunali essendo principalmente a carico della Regione Puglia, si tratta comunque di un’occasione persa per Casarano e per i suoi abitanti, che utilizzando questo servizio godrebbero di uno snellimento del traffico urbano, soprattutto in vista del futuro trasferimento del mercato settimanale in Contrada Pietrabianca. 

Da Palazzo dei Domenicani, intanto, non è giunta ancora una replica all’interpellanza firmata dai quattro consiglieri comunali. 

 

Fioravante D’Amato - foto: Piazzasalento.it



«Indietro
Renzo Buttazzo L'intervista della settimana
Renzo Buttazzo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising