Sei in: Home»Comuni»Maglie

Torna il teatro in vernacolo con "Teatramu"

[12/07/2019] MAGLIE

Torna il teatro in vernacolo con "Teatramu"

Fino al 30 agosto il festival proporrà presso la Villa Tamborino cinque spettacoli in dialetto salentino. E il 7 settembre in piazza Aldo Moro la premiazione della migliore compagnia tra le partecipanti 

 

Il 4 luglio scorso si è tenuta la serata d’apertura dell’ottava edizione di “Teatramu”, rassegna di prosa dedicata al teatro popolare pugliese. La presentazione si è aperta con “Sipario sulla danza - aspettando Teatramu” in collaborazione con l’Asd Dimensione Danza, dove sono state presentate le cinque compagnie teatrali salentine che tra luglio e settembre si sfideranno nella location del giardino storico della Villa Tamborino di Maglie. 

L’associazione A.N.Co.S, guidata dal direttore Piero Biasco, porta avanti da anni “Teatramu” grazie al lavoro instancabile di un gruppo di colleghi e amici che crede nel valore della tradizione e nella tutela del patrimonio artistico come scambio intergenerazionale (gli spettacoli infatti sono in vernacolo salentino): si tratta dei direttori artistici Paola Micolano e Elio Costante, del regista Marcello Melcore, del coordinatore tecnico Dino Matarrelli, dell’aiuto regista Michele Bracco, del delegato ai rapporti istituzionali Edoardo Scarpello e della responsabile organizzativa e della comunicazione Adele Caroppo. 

Questo il programma degli spettacoli: venerdì 19 luglio la compagnia “Il Megalite” da Giurdignano andrà in scena con I fiji su pezzi de core, ma a fiate… di Angelo Rojo Mirisciotti mentre venerdì 26 sarà la volta della compagnia “La Livella” da Castrì di Lecce con Ma ci sinti di William Fiorentino. Venerdì 16 agosto alla Villa Tamborino appuntamento con la compagnia “Piccolo Teatro Scorranese” con Miracolo di Angelo Rojo Mirisciotti; venerdì 23 la compagnia “La Sacristia” da Arnesano proporrà Attenti al cane di Fabrizio Manfreda; venerdì 30 la Compagnia “Il Teatro delle Giaccure Stritte” da Salice Salentino con Il servitore di due padroni tratta da Goldoni per la regia di Mimino Perrone. 

La rassegna è realizzata con il patrocinio del Comune di Maglie e la collaborazione della Fondazione Capece, l’ingresso (alle 21) è rigorosamente gratuito. La serata conclusiva sarà sabato 7 settembre in piazza Aldo Moro dove verrà premiata la compagnia vincitrice del contest collegato alla rassegna, valutata da una giuria composta da enti locali, realtà associative, artisti. Sulla pagina Facebook “Teatramu” sono disponibili le trame dettagliate degli spettacoli. 

 

Stefania Zecca 



«Indietro
Ambra Mongị L'intervista della settimana
Ambra Mongị

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising