Sei in: Home»Comuni»Lecce

Sporcizia e blatte in cittą: la denuncia dello Sportello dei Diritti

[03/08/2018] LECCE

Sporcizia e blatte in cittą: la denuncia dello Sportello dei Diritti

Nel mirino la mancanza di una giusta programmazione degli interventi di disinfestazione, che hanno determinato una puntuale ed eccessiva presenza di questi animali in città 

 

È arrivata in questi giorni la denuncia, da parte dello Sportello dei Diritti di Lecce, della nuova invasione di blatte che sta diventando un problema insostenibile. Non è la prima volta che lo l’associazione a tutela dei consumatori si sofferma a sottoporre all’attenzione delle autorità competenti tale problematica che si ripresenta ogni anno puntualmente nel periodo estivo. La presenza invasiva delle blatte, oltre che per le strade del centro, può essere riscontrata sugli ombrelloni e sulle sedie dei locali, generando nella clientela e nei gestori delle attività, una forma di disagio non indifferente. Il presidente dello Sportello dei Diritti Giovanni D’Agata attribuisce il puntuale ritorno di questo flagello al fatto che gli interventi di disinfestazione non abbiano un calendario ben definito. “Una corretta programmazione delle opere di disinfestazione -afferma D’Agata- può abbattere letteralmente il proliferare di questi odiosi insetti, portatori di malattie e, purtroppo, anche sinonimo di scarsa pulizia ed igiene urbana. Qualche giorno fa, lo spettacolo cui hanno potuto assistere alcuni cittadini è stato quello di decine di blatte che passeggiavano indisturbate nelle vicinanze di piazza Mazzini: che sia via Salvatore Grande, piazza Ariosto o via Oberdan (queste sono solo alcune delle segnalazioni pervenuteci) il centro è letteralmente sotto assedio. Così come tutto il centro storico”. 

Dal Palazzo Carafa l’assessore con delega all’Ambiente, Igiene e Decoro urbano Carlo Mignone replica che la situazione non è meno grave degli altri anni, mentre D’Agata insiste sull’urgente esigenza di un’azione rapida di deblattizzazione, prima che quello che oggi è avvertito come un problema non allarmante, dato l’abitudinario ritorno di esso nel periodo estivo, si tramuti in una vera e propria emergenza sanitaria. “Il problema è la presenza di scarafaggi nelle fogne nere di competenza di Aqp -ha sottolineato l’assessore Mignone-. Ho fatto degli incontri con loro per coordinare gli interventi ma forse sono partiti in ritardo o non sono stati sufficienti. Chiederò ad Aqp se si può effettuare qualche intervento non programmato per cercare di risolvere il problema”. Speriamo che il problema possa essere prontamente risolto.

 

Renato De Capua 



«Indietro
Isabella Tundo L'intervista della settimana
Isabella Tundo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising