Sei in: Home»Comuni»Poggiardo

Scuola pericolosa? Botta e risposta tra maggioranza e opposizione

[11/10/2019] POGGIARDO

Scuola pericolosa? Botta e risposta tra maggioranza e opposizione

La caduta di calcinacci dal soffitto della palestra della scuola elementare ha portato i componenti del gruppo “La Città di Tutti” a presentare una interrogazione in Consiglio comunale 

 

Ancora scontro tra maggioranza e opposizione in Consiglio comunale. Questa volta, al centro della diatriba si colloca la Scuola Elementare di via Circolone, la cui palestra è stata temporaneamente chiusa in seguito ad una ordinanza emessa dal sindaco Giuseppe Colafati lo scorso 30 settembre, una scelta resa necessaria dopo la caduta di alcuni calcinacci, verificatasi nel corso di interventi predisposti per chiudere alcune crepe del soffitto. 

L’episodio ha portato il gruppo di opposizione “La Città di Tutti” a presentare un’interrogazione urgente con la quale chiede al primo cittadino chiarimenti sul perché il plesso sia ancora oggetto di interventi, nonostante l’anno scolastico sia già partito, e su quali siano le misure che l’Amministrazione vuole adottare per garantire la sicurezza degli alunni e del personale scolastico. Un’azione, quella intrapresa dall’opposizione, attraverso la quale avere anche informazioni su un finanziamento di 600mila euro ottenuto nel 2015 proprio per la ristrutturazione del plesso. Inoltre, alcune immagini inviate alla redazione di Tele Rama dimostrerebbero come la struttura soffra ancora di alcune criticità denunciate nel dicembre scorso dai genitori degli alunni e dai consiglieri de “La Città di Tutti”, cioè assenza di riscaldamento, presenza di muffa e infiltrazioni di umidità.

Prima ancora che in Consiglio comunale, però, Colafati ha voluto fare il punto della situazione, affermando che l’impianto termico è stato ripristinato già a gennaio e che si sta contrastando il fenomeno delle muffe con gli opportuni trattamenti secondo l’iter burocratico previsto, contando di eliminare il problema entro fine anno. In merito ai 600mila euro, invece, Colafati ha spiegato che in realtà si tratta di 350mila euro lordi utilizzati tra il 2014 e il 2016 proprio per alzare la qualità del plesso, favorirne l’ecosostenibilità e migliorare l’accessibilità per i diversamente abili. 

Il sindaco di Poggiardo ha poi spiegato che, con altri fondi comunali e di bilancio, sono stati finanziati una serie di interventi, tra cui il miglioramento dell’impiantistica di sicurezza (videosorveglianza, allarme, antincendio) e proprio l’idoneità della palestra. In merito, Colafati ha parlato di cedimenti localizzati e non strutturali, verificatisi solo negli scorsi giorni, e per i quali gli uffici competenti si sono subito attivati per capirne le cause. 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Isabella Potý L'intervista della settimana
Isabella Potý

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising