Sei in: Home»Comuni»Lecce

Santa Croce liberata (dalle impalcature)

[09/08/2019] LECCE

Santa Croce liberata (dalle impalcature)

Era aprile 2017 quando la Basilica di Santa Croce veniva ricoperta da un’impalcatura e da un velo. Il cantiere avviato dall’impresa di Valentino Nicolì, aveva come obiettivo il restauro del simbolo del Barocco leccese. Un ponteggio che ha consentito di vivere un’esperienza unica, quella di essere percorso per poter ammirare da vicino il rosone, le statue e gli altri fregi della facciata. 

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo tanto che sono stati registrati migliaia di visitatori: leccesi, turisti, le Università di Bari e Lecce e diversi istituti scolastici. 

Il 7 luglio scorso è stata una data importante per il capoluogo, si è proceduto allo svelamento della Basilica che è stata presentata in tutta la sua rinnovata magnificenza svoltando infatti l’angolo di piazzetta Castromediano ed entrando in via Umberto I è inevitabile alzare gli occhi su e restare abbagliati di fronte a tanta meraviglia. In appena quattro settimane sono poi state rimosse anche le impalcature anticipando i tempi ipotizzati. 

Merito del grandioso restauro va riconosciuto alla Soprintendenza di Lecce, che ha lavorato in collaborazione con L’Opificio delle pietre dure di Firenze, il Laboratorio di diagnostica per la conservazione ed il restauro dei Musei vaticani, diretto da Ulderico Santamaria, il quale sarà a in un incontro tecnico previsto per l’autunno, un’iniziativa pubblica che sarà aperta alla città. Per il restauro la Regione, con l’Assessorato all’Industria turistica ha messo a disposizione due milioni di euro, nell’ambito di «Smart in» la strategia per il rilancio del patrimonio culturale con l’obiettivo di garantire la valorizzazione dei beni culturali della Puglia attraverso processi virtuosi di tutela attiva del nostro patrimonio.

 

Stefania Zecca 



«Indietro
Ambra Mongị L'intervista della settimana
Ambra Mongị

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising