Sei in: Home»Rubriche»In copertina

Salvatore Ruggeri: "Contro la mia azienda nessuna prova, sono pronto a difendermi in tribunale"

[24/01/2020] IN COPERTINA

Salvatore Ruggeri: "Contro la mia azienda nessuna prova, sono pronto a difendermi in tribunale"

Il titolare della fonderia nell’area industriale di Muro Leccese respinge nuovamente al mittente le accuse che la identificano come la principale causa dell’inquinamento e dei miasmi avvertiti nel territorio 

 

La massima concentrazione dei miasmi e degli sforamenti delle polveri sottili giunge dai pressi dell’area industriale di Muro Leccese, dove sorge anche la fonderia della Ruggeri Service. Già portata in tribunale alcuni anni fa per presunte attività inquinanti, ha poi ottenuto l’assoluzione con formula piena perché il fatto non sussiste. I riflettori sull’azienda non si sono mai veramente spenti e nelle ultime settimane qualcuno, più o meno velatamente, ci ha di nuovo puntato il dito, portando il titolare dell’azienda, l’assessore regionale Salvatore Ruggeri ad una nuova difesa: “Sono il primo a voler capire cosa sta succedendo e da dove provengono questi miasmi, perché la tutela dell’ambiente è una delle mie preoccupazioni e non penserei mai di fare qualcosa di nocivo nei suoi confronti. D’altronde, ho sempre messo a disposizione la mia azienda a tutti i cittadini, così che potessero prendere atto di cosa si fa al suo interno e quali sono le sue condizioni di lavoro”. 

Soprattutto, però, Ruggeri pone l’accento su alcuni aspetti tecnici che scagionerebbero immediatamente la fonderia da ogni responsabilità: “Nell’azienda non si brucia nulla che non sia alluminio e lo si fa con il metano. Lo stesso Michele Emiliano ha intrapreso una battaglia volta alla decarbonizzazione l’ex Ilva per convertirla proprio a metano; questa è proprio l’attività della Ruggeri Service sin da quando è sorta. Inoltre, la nostra è l’unica azienda a monitoraggio continuo: Arpa e Asl sono in continuo contatto con noi e non hanno mai rilevato nulla di anomalo nella nostra attività; se lo vogliono, poi, possono interfacciarsi con noi anche i tutti i comuni limitrofi, tra cui proprio Muro Leccese, Maglie e Scorrano. D’altronde, nessuno è mai stato in grado di dimostrare con dati certi dei danni provocati dall’azienda, così come nessuno ha mai potuto affermare che dalla fonderia vengano emanato qualche tipo di miasma”. 

Come aveva già fatto in passato, Ruggeri annuncia un contrattacco: “Presenterò una ulteriore denuncia alla Procura della Repubblica, nella consapevolezza che verrà presa in seria considerazione. Credo che un confronto davanti ad un giudice possa far emergere chi davvero sta rappresentando oggi il male e chi davvero sta raccontando verità. Le accuse che continuiamo a ricevere provengono da qualche scellerato che, per motivi politici e personali, volti ad ottenere solo una maggiore visibilità, si serve delle legittime paure dei cittadini per tentare di screditare l’onorabilità di un’azienda che da sempre vuole contribuire a far progredire la nostra comunità”.

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Nicola Fiore L'intervista della settimana
Nicola Fiore

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising