Sei in: Home»Comuni»Lecce

Parcheggi, croci (tante) e delizie (poche)

[12/01/2018] LECCE

Parcheggi, croci (tante) e delizie (poche)

La Giunta istituisce la possibilità per i residenti del centro storico di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu. Intanto Salvemini propone di istituire la sosta a pagamento nel piazzale antistante il “Vito Fazzi” 

 

Parcheggiare gratuitamente nelle aree a sosta tariffata per i residenti della Ztl del centro storico: questa l’ultima novità in fatto di parcheggi a Lecce. Il provvedimento ha il fine di offrire una maggiore comodità di parcheggio per quanti risiedono nel centro storico, consentendo loro di parcheggiare gratuitamente in prossimità della propria abitazione senza necessariamente entrare nella Ztl, e punta a ridurre progressivamente la pressione delle automobili parcheggiate in piazzette e strade del centro storico di importante valore storico, artistico e architettonico. A tal fine il centro storico infatti è stato mappato e suddiviso in sette zone corrispondenti ad altrettante aree tariffate di pertinenza, nelle quali ciascun residente potrà ottenere un permesso gratuito per la sosta. Anche per i residenti del centro storico dunque varrà quanto previsto dall'articolo 1.7 del Regolamento per la Gestione del Servizio della Sosta Tariffata: “Ai cittadini residenti nelle zone assoggettate al pagamento della sosta (residenza solo all’interno della zona a pagamento), che non siano possessori di box auto e siano regolarmente iscritti nei registri dell’anagrafe del Comune di Lecce, viene concesso il rilascio di un permesso gratuito per la sosta di una sola autovettura per ogni unità abitativa”. 

Intanto per combattere il fenomeno parcheggiatori abusivi alle porte dell’ospedale “Vito Fazzi” il sindaco Carlo Salvemini ha proposto la realizzazione di un parcheggio a pagamento nel piazzale antistante il nosocomio. L’idea, annunciata direttamente dal primo cittadino sulla sua pagina Facebook, ha trovato il plauso dei cittadini ma non degli avversari politici tra cui Leonardo Calò, coordinatore provinciale di “Noi con Salvini”, il quale ha bocciato senza riserve il provvedimento: “Per combattere realmente il racket dei posteggiatori abusivi bastano controlli, pattugliamenti e, magari, un posto fisso di Polizia Municipale proprio in quel piazzale Gravare i cittadini di un altro balzello serve solo a rimpinguare le casse comunali”

Al giudizio di calò si aggiunge quello di Mauro Giliberti, già candidato sindaco nelle ultime amministrative, il quale chiede a Salvemini di fare un passo indietro: “Combattere l'abusivismo sarà possibile tramite pattuglie e videosorveglianza”.



«Indietro
Maurizio Petrelli L'intervista della settimana
Maurizio Petrelli

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising