Sei in: Home»Rubriche»Primo Piano

Nuova casa per la "Casa di Noemi"

[17/11/2018] PRIMO PIANO

Nuova casa per la "Casa di Noemi"

Sarà inaugurata venerdì 16 presso l'ex Convento dei Francescani Neri di Specchia la nuova sede dell’associazione intitolata a Noemi Durini, assassinata oltre un anno fa. Da febbraio di quest’anno il sodalizio è impegnato attivamente sul territorio contro la violenza sulle donne 

 
Nata nel febbraio di quest'anno, “Casa di Noemi”, l'associazione di volontariato creata per ricordare Noemi Durini (nella foto), vittima di omicidio nel settembre 2017, avrà finalmente una sede definitiva nell'ex Convento dei Frati Francescani Neri di Specchia. L’inaugurazione ufficiale avverrà venerdì 16 alle 19 all'interno di un'iniziativa dal titolo “M'ama non m'ama” a cui parteciperanno, oltre alla famiglia di Noemi con la propria testimonianza diretta, Remo Croci, giornalista Mediaset e scrittore, Filomena D'Antini Solero , responsabile Pari Opportunità di Forza Italia e per anni assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Lecce, e Roberta Bruzzone, criminologa e autrice del libro Io non ci sto più. La serata sarà aperta dai saluti del sindaco di Specchia, Rocco Pagliara, di Graziella Lupo Pendinelli, consulente filosofica, di Imma Rizzo e Benedetta Durini, rispettivamente mamma, nonché Presidente dell'associazione “Casa di Noemi”, e sorella di Noemi.
L'obiettivo è quello di aumentare la sensibilizzazione collettiva riguardo alla tematica della violenza contro le donne, coinvolgendo in particolar modo le scuole, ma anche le parrocchie, le associazioni e quanta più gente possibile per evitare che un altro caso Noemi si ripeta in futuro. “Più delle trasmissioni televisive che parlano di violenze fisiche e psichiche può fare la nostra testimonianza diretta -confessa Benedetta Durini-. In questo modo possiamo far aprire uno spiraglio di luce in tutte coloro che vivono, a volte in maniera inconsapevole, situazioni del genere con il proprio partner, compagno, fidanzato o marito. Bisogna far passare il messaggio che occorre una rivoluzione nella loro vita”. 
E, seppur giovane, la neonata associazione di passi importanti ne ha già fatti, cominciando ad entrare nelle scuole per affrontare con i più piccoli la questione della violenza di genere oppure ritirando premi prestigiosi. Ad esempio, il 27 maggio l'associazione “Casa di Noemi” è stata invitata a ritirare il “Premio è Donna” de Il Sallentino in memoria di Noemi con la seguente motivazione: “Per l’alto valore sociale conseguito nella sua attività e per il contributo dato alla crescita della comunità”. Sempre nel maggio scorso l'incontro a Roma con l'associazione “Doppia Difesa” di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno. Il 2 giugno “Casa di Noemi” è stata invitata dall'associazione Nazionale Marinai d’Italia presso il Comune di Salve per la giornata della “Marina Militare”, con la presidente Imma Rizzo che è stata nominata membro onorario del sodalizio. Poi in estate l'associazione “Casa di Noemi” ha collaborato con l'associazione Astrea per l'organizzazione di un torneo di calcio dall'emblematico titolo “Un calcio alla violenza”. Tanti eventi e tanti messaggi lanciati, per lo più fuori dal perimetro dei confini di Specchia, nel ricordo di Noemi Durini. E molto altro ancora si sta progettando per il futuro, come un corso con dei professionisti per la difesa personale delle donne o un'iniziativa per la festa delle donne del prossimo anno. 
“Ci aspettiamo di poter collaborare con tante altre associazioni nel futuro -conclude Benedetta- Non eravamo abituate a gestire un'associazione in prima persona, ma pian piano stiamo crescendo e abbiamo in mente diversi progetti per sensibilizzare il territorio sul tema della violenza sulle donne”. 

(A.Q.)
 


«Indietro
Shadi Fathi L'intervista della settimana
Shadi Fathi

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising