Sei in: Home»Comuni»Maglie

Nel 2020 la cittą sarą differente

[20/12/2019] MAGLIE

Nel 2020 la cittą sarą differente

Sono già in distribuzione presso la MTA i nuovi contenitori per la raccolta dei rifiuti solidi urbani che prenderà il via a gennaio del prossimo anno 

 

Il motto “pensa globale, agisci locale” fa parte ormai (o dovrebbe) della coscienza di ogni cittadino, dalla grande metropoli alla piccola comunità. Nel caso di Maglie, lo slogan ha assunto un’accezione culturale. “Differenzia differente” è la nuova iniziativa promossa all’interno della comunità che ha come slogan “La Cultura della Differenziata, la Differenziata per Civiltà” e già dal 9 dicembre la Maglie Territorio Ambiente Servizi Spa ha cominciato la distribuzione di kit per il nuovo servizio di raccolta destinato alle utenze domestiche presso il suo centro servizi in via Indipendenza n. 59, suddividendo i richiedenti per giorni a seconda dell’iniziale del cognome. La nuova raccolta differenziata invece inizierà a gennaio (la data ufficiale sarà comunicata in seguito). 

“La società di oggi si basa largamente su modelli di consumo che sviluppano alti volumi di produzione e conseguentemente di scarti, per massima parte inceneriti, messi in discarica, dispersi nell’ambiente. Con danni per l’eco-sistema e la salute di difficile stima, anzi spesso incalcolabili -dichiara l’assessore per l’ambiente e qualità urbana Dario Vincenti-. E da qui si parte per dire no al modello lineare produzione-utilizzo-scarto, e un convinto sì alle pratiche che portano all’allungamento del ciclo di vita dei prodotti e al recupero, alla rilavorazione e al riutilizzo dei diversi materiali di scarto. La raccolta differenziata è di fatto la giusta risposta a tutto questo”. 

A modello di quest’iniziativa è stata presa la nobildonna magliese Francesca Capece, la cui immagine, simbolo della responsabilità per la diffusione dei valori della fede e della conoscenza alle nuove generazioni, è stato adottata questa volta per rivalutare l’attenzione ai gesti quotidiani per il benessere della collettività, quindi per la cura dell’ambiente e la corretta gestione dei rifiuti, elemento prioritario dei nostri giorni.

“Il motivo principale per cui dev’essere riciclato è che l’umido rappresenta più del 30% dei rifiuti conferiti in discarica -conclude l’assessore Vincenti-. Esso rappresenta di fatto una risorsa, per via degli enormi vantaggi ambientali ed economici a cui può portare se lo si avvia a un completo recupero. Come? Con una “mentalità zero”, che ci suggerisca che i rifiuti sono semplicemente una risorsa fuori posto, e un pensiero finalmente circolare!”. 

 

Ruben Alfieri 



«Indietro
Luca Quarta L'intervista della settimana
Luca Quarta

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising