Sei in: Home»Comuni»Maglie

Meno Tari per tutti

[19/04/2019] MAGLIE

Meno Tari per tutti

La tassa sui rifiuti subirà una riduzione del 4-5%, grazie alla raccolta differenziata e al nuovo appalto. Ulteriori vantaggi per chi utilizza l’ecocentro e le future isole ecologiche mobili

 

C’è una buona notizia per i cittadini magliesi giacché il Comune di Maglie, in controtendenza rispetto al quadro generale, ha deciso di abbassare la tassa sui rifiuti, certamente una tra le più detestate dagli italiani. Nello specifico il gettito Tari è utilizzato dai comuni per finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e a pagare è l’utilizzatore dell’immobile. Questo vuol dire che, come stabilito per legge, paga la Tari chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Si tratta di un punto da tenere bene a mente perché non sono rari i casi in cui ci si chiede chi sono i soggetti obbligati a pagare la Tari, soprattutto in caso di immobili in affitto. In tal caso -secondo il principio che chi inquina paga- dovrà versare la tassa sui rifiuti l’inquilino, in quanto è il soggetto che effettivamente produce rifiuti.

Un effetto più psicologico che reale, quello dell’abbassamento della tassa sui rifiuti, secondo alcuni. Resta il fatto che le tariffe subiranno una diminuzione quantificabile mediamente nel 4-5% per utenza, grazie ad una serie di fattori favorevoli tra cui l’avanzo di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti e il risparmio di circa 400mila euro del nuovo appalto ponte da parte della MTA, la partecipata pubblica.

Una riduzione che, secondo il sindaco di Maglie Ernesto Toma, “ha in realtà un valore maggiore perché ottenuta malgrado il pagamento, per complessivi 150 euro, delle due transazioni per contenziosi esistenti su questioni legate alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti”. 

Di un’ulteriore riduzione tariffaria annuale potrebbero poi usufruire i contribuenti che decidessero di effettuare la raccolta differenziata di alcune tipologie di rifiuti presso l’ecocentro comunale. Non certamente un grande risparmio, considerando la cifra di 5mila euro messa a disposizione per tutte le residenze e solo per il 2019, ma che lascia comunque intuire chiaramente l’intenzione del Comune di voler puntare sulla possibilità di aumentare il conferimento selezionato. Come del resto indicano le due isole ecologiche mobili, di prossima attivazione in cui i cittadini potranno conferire vetro e plastica usufruendo in cambio di sconti. 

 

Pasquale De Santis 



«Indietro
Ambra Mongị L'intervista della settimana
Ambra Mongị

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising