Sei in: Home»Comuni»Maglie

Madre allontanata dal figlio minore, interviene la deputata Veronica Giannone

[07/02/2020] MAGLIE

Madre allontanata dal figlio minore, interviene la deputata Veronica Giannone

La segretaria della Commissione infanzia ed adolescenza della Camera dei Deputati ha presentato un’interrogazione al Ministro della Giustizia, chiedendo un'ispezione urgente sulla vicenda 

 

"Una madre, resa invalida dalle botte del marito, nel pieno possesso della responsabilità genitoriale, che non può più vedere suo figlio di 7 anni, se non 2 volte a settimana per poche ore! Sono mesi che seguo casi relativi agli affidi minorili, ma mai mi è capitata una storia così sconcertante, proprio nella mia terra". Così la deputata del gruppo misto Veronica Giannone (nella foto), segretaria della Commissione per la tutela dell'infanzia e dell'adolescenza, ha commentato la decisione del Tribunale dei minori di Lecce di mettere insieme il padre e il figlio della donna in una comunità, separando forzatamente il piccolo dalla madre. 

"Vorrei capire in che modo un bambino possa recuperare un rapporto genitoriale -continua Giannone- e soprattutto quali colpe terribili pesano su questa donna? La CTU la definisce una madre amorevole e non ostativa, ha la responsabilità genitoriale, non ha condanne, quindi perché le viene inflitta tale punizione? Ho invece appreso dalla stampa che nonostante sul padre ci siano ben tre procedimenti penali per violenza domestica e stalking e il bambino è terrorizzato dalla figura paterna, all'uomo viene concesso di vivere tranquillamente con il figlio in una comunità di Lecce, una struttura pubblica in cui, normalmente, i beneficiari sono gestanti e madri (sia italiane che straniere) con figli a carico in stato di disagio e con necessità di assistenza, sostegno psicosociale e lavorativo, provenienti dal territorio leccese e non solo, così come descritto nel sito ufficiale della Comunità. Un paradosso!”. 

Sulla vicenda della mamma di Maglie allontanata da suo figlio dopo aver subìto violenze da parte del marito si registra anche l’intervento di Lucia Orlando, responsabile del Coordinamento Pari opportunità e Politiche di genere della Uil di Lecce: “Vogliamo lanciare un appello a tutti i parlamentari del nostro territorio nonché alle istituzioni locali, affinché si interessino a questo caso e intervengano a difesa dei diritti dei minori che subiscono maggiormente le conseguenze di queste assurde situazioni di violenza domestica”. 



«Indietro
Giorgia Faraone L'intervista della settimana
Giorgia Faraone

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising