Sei in: Home»Comuni»Casarano

La stagione d'oro di Leo Shoes

[29/11/2019] CASARANO

La stagione d'oro di Leo Shoes

Un piano di nuove assunzioni per 100 unità e un nuovo stabilimento operativo nell’arco di 6 mesi confermano il successo sempre crescente dell’azienda guidata da Antonio Sergio Filograna

 

È un momento d’oro per l’azienda Leo Shoes. I numeri parlano chiaro: un fatturato in continua crescita, altre cento assunzioni previste, un nuovo stabilimento nei prossimi 6 mesi. Infatti, stando a quanto appare dalle stime, sarebbe impossibile continuare a questi ritmi con un solo, seppur grande, capannone. Stesso discorso per i 600 operai, che in questo momento sarebbero troppo pochi. 

In ambito nazionale, nel settore della moda, è la prima azienda ad avere una così spiccata propensione di crescita. L’azienda guidata da Antonio Sergio Filograna, dopo un periodo di crisi profonda (2008), ha subito un’inversione di tendenza sotto tutti i punti di vista. Negli ultimi 6 anni, poi, l’esplosione: fra le prime 30 aziende top italiane del settore moda. Fondamentale la produzione per conto dei brand internazionali del lusso. Così si è potuti passare dagli 11,8 milioni di euro fatturati nel 2012 ai 109,7 milioni fatturati nell’ultimo anno. Fatturato cresciuto quattro volte di più rispetto alla seconda azienda commerciale pugliese, Primadonna srl di Bari. 

Se lo sguardo lo alziamo sul Salento, la questione diventa, per l’economia locale, ancora più interessante: il nuovo Tac, che tocca anche altri settori e interessa aziende attive nelle vicine zone industriali di Lecce, Nardò, Galatina oltre a Casarano, sta sfruttando la leva del lusso come volano. Quanto alla questione capannoni, va ricordato che tre sono ancora attualmente sotto sequestro per la condanna subita dalla Filanto per truffa ai danni di Regione Puglia e Inps. Uno completamente nuovo da 4 mila metri quadri, di proprietà Leo Shoes, sarebbe pronto a fianco a quello esistente. Sarà un sito orientato alla sostenibilità ambientale, in termini produttivi e strutturali, hanno fatto sapere dall’azienda. Alimentazione di energia da fondi rinnovabili e azzeramento delle emissioni tramite moderni sistemi di filtraggio e monitoraggio sarebbe la nuova sfida di Filograna. 

Migliorare la qualità dei prodotti e della produzione e assunzione di altre 100 persone questi gli obiettivi dichiarati dal patron Filograna. Inoltre, uno sguardo alla diversificazione: non solo calzature ma anche accessori di lusso. Infine l’ultimo sguardo al rating: BBB quello attuale, ma con uno sguardo verso il futuro; secondo Filograna, grazie all’aumento del fatturato di circa 150 milioni, ottenere la A non è missione impossibile.

 

Marco De Matteis 



«Indietro
Salvatore Patisso L'intervista della settimana
Salvatore Patisso

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising