Sei in: Home»Comuni»Casarano

La cura del sorriso

[27/09/2019] CASARANO

La cura del sorriso

Nasce in città l’associazione “Un clown per un amico”, i cui volontari opereranno presso ospedali, comunità, case di riposo e direttamente nelle case di persone affette da disabilità 

 

La clownterapia detta anche “terapia del sorriso”, arriva a Casarano. È nata nei giorni scorsi l’associazione “Un clown per un amico” che sosterrà i malati e le persone in difficoltà con il consueto carico di ilarità, simpatia e buonumore che queste iniziative portano a chi vive nelle situazioni critiche. L’associazione, sita in via Giovanni Pascoli n. 149 e presieduta da Loredana Toma, ha come fine quello di raggiungere obiettivi civici, solidaristici e di utilità sociale, senza ovviamente scopo di lucro. 

La clownterapia è ormai una realtà diffusa in moltissime città ed è un vero e proprio soccorso gioioso verso i malati e le persone con problematiche. Chi effettua questa terapia dona un momento di benessere e di sollievo per rendere la malattia meno dura e per rendere i pazienti meno soli. I clown si recheranno nelle case delle famiglie che hanno realtà di disabilità e anche nei centri anziani, nelle comunità e, ovviamente, negli ospedali. Riuscire, attraverso il gioco, lo scherzo, la risata, a donare un sorriso o anche solo un’ora di spensieratezza a chi è malato o a chi vive in una condizione di handicap può servire a essere di auto e a ritrovare il senso della propria e dell’altrui vita, in un periodo contrassegnato dalla frenesia e dai rapporti umani freddi e mediati da social network. Nel mese di settembre, per preparare adeguatamente il personale, si sono tenuti dei corsi formativi curati dall’associazione di Casarano. Chi fosse interessato a candidarsi per i prossimi corsi può contattare l’associazione “Un clown per un amico” al 380.7992128 o inviare una mail a unclownperamico19@gmail.com.

Gli ospedali, come detto, saranno uno dei punti di insediamento per questi volontari che interverranno, ad esempio nei reparti di Pediatria a sostegno dei bimbi o in quelli dove sono ricoverati gli adulti. In questi giorni proprio l’Ospedale “Ferrari” di Casarano, come è noto, sta vivendo un momento di grande incertezza dal momento che i lavori per la costruzione della Quarta Torre sono fermi. Il comitato Civico Pro-Ospedale si è attivato in tal senso cercando di mantenere viva l’attenzione chiedendo, nei giorni scorsi, ai vertici dell’Asl leccese e al presidente della Regione Michele Emiliano che l’opera, punto di riferimento per molti cittadini, non rimanga incompiuta. La prima pietra è stata posata praticamente da oltre un anno e la situazione di stallo ha causato la perdita di tempo e denaro pubblico. 

 

Marco De Matteis 



«Indietro
Antonio Maggio L'intervista della settimana
Antonio Maggio

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising