Sei in: Home»Rubriche»Cultura

La comunicazione garbata di "Io non l'ho interrotta"

[29/06/2018] CULTURA

La comunicazione garbata di "Io non l'ho interrotta"

Dal 5 al 7 luglio appuntamento alle Officine Ergot di Lecce e al Castello De' Monti di Corigliano d’Otranto con la rassegna di giornalismo e comunicazione politica che quest’anno ospiterà 30 esperti tra giornalisti e docenti universitari 

 

Marco Damilano, Marino Sinibaldi, Luca Sofri, il conduttore di “Un giorno da pecora” Giorgio Lauro, Giovanna Pancheri, Filippo Ceccarelli e Paolo Celata sono alcuni dei trenta ospiti di “Io non l'ho interrotta”, rassegna di giornalismo e comunicazione politica che dal 5 al 7 luglio si svolgerà tra Lecce e Corigliano d'Otranto. Dal 2015, attraverso un ricco calendario di incontri, dibattiti e presentazioni, la rassegna indaga l’attuale situazione della comunicazione politica in Italia, con incursioni in Europa e negli Stati Uniti, attraverso l’analisi del linguaggio e dei social, delle parole e dei comportamenti dei giornalisti e della classe politica. Il programma ospiterà seminari mattutini alle Officine Ergot di Lecce e incontri serali nel Castello Volante De' Monti di Corigliano d'Otranto. La rassegna è ideata e organizzata dalla Cooperativa Coolclub e dal Comune di Corigliano d'Otranto in collaborazione con l’Alambicco, Conversazioni sul Futuro, ArgentoVivo - Collettivo Fotografico, CoreACore, Ordine dei Giornalisti della Puglia e con il sostegno del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.) Puglia e di alcune aziende private. 

Il programma dei seminari alle Officine Ergot di Lecce (dalle 10 alle 13) ospiterà "Le campagne elettorali in Italia" con Edoardo Novelli e Franco Liuzzi (giovedì 5), "Litigare stanca. Fare e comunicare politica al tempo dei social" con Vera Gheno, Bruno Mastroianni e Francesco Nicodemo (venerdì 6) e "Crisi sui media. Crisi dei media" con Ilenia Colonna e Luca Bandirali (sabato 7). 

Nel Castello Volante di Corigliano d'Otranto, dove saranno allestiti anche stand gastronomici e un mercatino con libri e il variegato merchandising della rassegna, il programma prenderà il via giovedì 5 alle 20 con "Il lato oscuro delle notizie. Bufale, postverità, big data e fact-checking" con Luca Sofri (direttore IlPost), Federico Mello (giornalista e scrittore), Edoardo Novelli (professore di Comunicazione Politica all’Università degli studi Roma Tre) e Dino Amenduni (comunicatore politico). A seguire "Dazi Amari: Trump dentro e fuori l'America" con le inviate Giovanna Pancheri (SkyTg24) e Francesca Paci (La Stampa), Daniele De Luca (professore di Storia delle relazioni internazionali all'Università del Salento) e il giornalista Gabriele De Giorgi (LeccePrima.it). Dalle 22.30 il professore Luca Bandirali (docente “Teorie e Tecniche del linguaggio audiovisivo” all'Università del Salento) immergerà il pubblico nella "New italian epic" parlando delle serie tv “Gomorra”, “Suburra”, “Il Miracolo” e “1992/1993”. In chiusura per "La notte della Prima Repubblica" sarà proiettato "Enrico Berlinguer. Conversazioni in Campania", un documentario di Paolo Pisanelli. 

Venerdì 6 luglio si parte alle 20 con "La nuova Europa: in fondo a destra" con Matteo Tacconi (giornalista freelance), Andrea Conte (economista e Project Leader Commissione Europea), Antonello Caporale (Il Fatto Quotidiano) e il giornalista e ricercatore Ubaldo Villani-Lubelli. A seguire il conduttore radiofonico Giorgio Lauro racconterà "Un giorno da pecora", il talk show più irriverente della radio, mentre il giornalista e autore tv Antonio Sofi in "Fatal Error", spiegherà "le cose da non fare quando stai sui social network". Dalle 22.30 Francesco Nicodemo (comunicatore politico), Bruno Mastroianni (giornalista, autore televisivo e social media manager), Matteo Grandi (giornalista e autore televisivo) e Vera Gheno (sociolinguista) si confronteranno su "La disinformazia del Far Web. È possibile una disputa felice?". In chiusura per "La notte della Prima Repubblica" sullo schermo "Non c'era nessuna signora a quel tavolo. Il cinema di Cecilia Mangini", un documentario di Davide Barletti e Lorenzo Conte. 

Sabato 7 luglio dalle 20 si parlerà di "Scena e retroscena" con Filippo Ceccarelli (La Repubblica), Angela Mauro (Huffington Post) e Fulvio Totaro (TgrPuglia). A seguire "Il racconto della crisi infinita" con Paolo Celata (TgLa7), Marino Sinibaldi (direttore Rai Radio3), Antonio Sofi (giornalista e autore tv) e Marco Damilano (direttore de L'Espresso) che chiuderà il festival con il suo monologo "Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia", tratto dall'omonimo volume pubblicato da Feltrinelli.

Ingresso libero. Info: www.iononlhointerrotta.com, 3394313397. 



«Indietro
Andrea Maggino L'intervista della settimana
Andrea Maggino

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising