Sei in: Home»Comuni»Tricase

La cisterna delle meraviglie

[23/03/2018] TRICASE

La cisterna delle meraviglie

Il Gruppo Speleologico Tricase ha iniziato nei giorni scorsi l’esplorazione dell’antica struttura sotterranea del porto, per la cui riqualificazione sono stati stanziati 250mila euro

 

Negli ultimi anni sono stati numerosi gli interventi che hanno fatto della zona intorno al porto un luogo in cui la storia e le bellezze naturali hanno trovato una sintesi perfetta. In questi giorni i volontari del Gruppo Speleologico Tricase hanno fatto conoscere al grande pubblico l’antica cisterna del porto, calandosi all’interno di questa struttura muraria risalente ai primi anni del ‘900. L’intervento degli esperti è mirato alla conoscenza di questo ampio vano: lo stato in cui versa, le dimensioni e la struttura, il tutto propedeutico ad un finanziamento per la sua riqualificazione. 

Dalla documentazione emersa è evidente come questa opera strutturale in questi anni abbia subito un degrado funzionale; da raccolta di vitale liquido si è trasformata in ricettacolo di fango e spazzatura. “È stata avviata l'esplorazione della cisterna -ha spiegato il sindaco Carlo Chiuri- finalizzata alla realizzazione del progetto di valorizzazione e fruizione (finanziato con 250mila euro), che metterà in comunicazione la banchina con la soprastante piazzetta. Ringrazio il Gruppo Speleologico Tricase che ha effettuato l'accesso per la preziosa collaborazione”. 

Per come fu concepito, la cisterna è e rimane un’opera monumentale, costruito con solidità e accorgimenti che lo hanno lasciato intatto dopo più di un secolo. Se all’inizio del XIX secolo la zona era ricca di polle e risorgive, a fine ‘800 la morfologia dei luoghi cambiò, da qui nacque quel manufatto opera d’ingegno, che oggi è oggetto di interesse non solo storico. Come si legge nel progetto di restauro e recupero, promosso con l’Associazione MagnaGreciaMare, nell’ambito del programma Interreg Italia-Albania-Montenegro, gli ambienti restaurati e resi fruibili e accessibili costituiranno una “prefazione infrastrutturale” del Porto Museo di Tricase. Ciò che costituiva una fonte di vita in passato, oggi continuerà ad essere una fonte di conoscenza e di cultura.

 

M. Maddalena Bitonti 



«Indietro
Clio Evans L'intervista della settimana
Clio Evans

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising