Sei in: Home»Rubriche»In copertina

L'eccellenza dell'Eccellenza

[22/03/2019] IN COPERTINA

L'eccellenza dell'Eccellenza

Il Casarano Calcio sta vivendo una stagione fortunata culminata con la conquista Coppa Italia Dilettanti Puglia. Ora gli obiettivi sono la Coppa Italia nazionale e la Serie D 

 

Impresa calzaturiera e sport: è un binomio che a Casarano ha fatto spesso faville, fino alla crisi e ai disastri economici di un decennio fa. Ora quel binomio sembra ritornare. Nel calcio, in particolare, dove la squadra rossoblù è pronta a rivivere i fasti di una volta, quando il Casarano calcava i palcoscenici della Serie C negli anni ‘80 e ‘90. Poi con l'avvento degli anni Duemila la caduta, lenta e inesorabile, tra Promozione ed Eccellenza, quando un giocatore come Jeda, protagonista in Serie A con le maglie di Lecce e Cagliari, veniva qui a finire la sua carriera agonistica. 

Il 2019, però, sta riservando grandi gioie ai sostenitori dei colori rossoblù. La squadra del presidente Giampiero Maci, allenata da mister Pasquale De Candia, ha conquistato per la terza volta, dopo i successi del 2009 e del 2014, la Coppa Italia Dilettanti Puglia. La regola del 5 è stata confermata nel 2019, con l'undici del Casarano che nella doppia finale, tra andata e ritorno, ha battuto il Corato (1-0 all'andata e 2-1 al ritorno). Ora per Di Rito e compagni si aprono le porte della competizione nazionale: dopo aver battuto per 2-0 il Cervinara, nei quarti di finale il Casarano dovrà vedersela con i siciliani del Canicattì nel doppio confronto del 20 e 27 marzo. 
È questa una delle vie che portano alla Serie D. L'altra arriva direttamente dal campionato dove l'undici di De Candia ha battuto nell'ultimo turno per 2-4 il Molfetta, grazie alle doppiette di Mincica e Caputo, conservando il primo posto, a +7 punti dalla diretta concorrente, il Brindisi, che domenica sarà ospite al “Capozza” nel big match della 28esima giornata. Per la formazione del presidente Maci, con main sponsor Leo Shoes di Antonio Sergio Filograna, un cognome che a Casarano coincide con gli anni di gloria calcistica, due sono gli obiettivi: vincere il campionato e la Coppa Italia nazionale. Quello che più conta è però arrivare in Serie D, accorciare le distanze dalla Serie C, da quel palcoscenico calcato per tanti anni e abbandonato a metà del nuovo millennio, quando la crisi delle aziende calzaturiere trascinarono nel buio pure lo sport del territorio. 

Ora il binomio è di nuovo rinsaldato, uno al fianco dell'altro: scarpe di qualità ed eccellenza sportiva. E i tifosi non possono che gongolare. Supporter che sono stati sempre vicini alla squadra, in maniera numerosa e colorata. Pronti a incitare i propri beniamini a portare a casa la vittoria, dal primo all'ultimo minuto. E questo amore è pronto a scaldarsi ancora, a fregarsi le mani per una nuova festa, a sognare di nuovo di lottare per traguardi ambiziosi. Tutti insieme, come una vera squadra.

 

Ottimi risultati anche per gli Juniores
 
E se i grandi stanno dominando tra Eccellenza e Coppa Italia, i giovanissimi del Casarano non sono da meno. In particolar modo è la formazione della categoria Juniores a mettersi particolarmente in evidenza. Anche loro combattono per la vetta della classifica. Il 2 febbraio il sorpasso ai danni del Gallipoli, distanziato di due punti, incrementato dal successo nello scontro diretto, per 3-0, di qualche settimana dopo. Poi i ragazzi “terribili” di mister Andrea De Marco non si sono più fermati. Nell'ultimo turno di campionato, quello del week end del 16 e 17 marzo, il Casarano ha battuto con un rotondo 4-0 i pari età dell'Armando Picchi Specchia, contro cui avevano perso la loro ultima gara (2-1) nel girone di andata, lo scorso 22 dicembre. Un successo importante, quello dell'ultimo turno, non solo nel punteggio, ma perché ha permesso alla squadra rossoblù di andare a +9 sui coetanei del Gallipoli Football 1909. 
Insomma, se il presente del calcio a Casarano fa ben sperare, anche il futuro sembra essere in piedi buoni, pronti a contribuire a dare nuova linfa vitale ai successi di domani della società del presidente Maci. D'altronde, un ottimo lavoro sul settore giovanile, oltre agli encomiabili risvolti di carattere sociale, è fondamentale per costruire un progetto sportivo che poggia su basi solide.
 
Alessio Quarta


«Indietro
Silvia Perrone L'intervista della settimana
Silvia Perrone

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising