Sei in: Home»Comuni»Casarano

Il sindaco Stefano dichiara guerra ai roghi

[13/09/2019] CASARANO

Il sindaco Stefano dichiara guerra ai roghi

In seguito a numerose segnalazioni da parte di residenti di diverse aree della città, esasperati dagli odori nauseabondi, il primo cittadino ha richiesto l’intervento del Prefetto, di Arpa e Asl


Il Comune di Casarano prende una netta posizione a difesa della salute e dalla qualità dell’aria intervenendo in maniera forte sulla questione dei roghi sul proprio territorio. Il 6 settembre scorso il sindaco Gianni Stefano, dopo aver ricevuto molte segnalazioni da parte dei cittadini, ha protocollato una lettera intestata al Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta e contestualmente, per conoscenza, ad Arpa Lecce e ad Asl Lecce, nella quale chiede un incontro urgente per discutere della problematica. 

“Da diverso tempo all’imbrunire -si legge nella lettera- vengono accesi dei roghi sul territorio casaranese. Da questi roghi si alzano dei fumi pericolosi perché rendono l’aria circostante irresponsabile e irritante per le vie respiratorie. Da ciò si presume che il materiale bruciato sia plastico e ciò causa l’emissione della diossina tossica. Nonostante l’aiuto dei cittadini -continua- e l’intervento delle Forze preposte al controllo, non si è mai riusciti a individuare i responsabili di tali atti, definiti criminosi. A maggior ragione perché avvenendo dopo il tramonto le condizioni meteo non consentono l’individuazione dei colpevoli”. 

Il sindaco di Casarano, definendo la situazione di elevato allarme sociale, ha chiesto dunque un incontro urgente con il prefetto Cucinotta, augurandosi di coinvolgere anche le Forze dell’ordine del territorio, affinché si riesca a prevenire e a intraprendere le giuste misure per contrastare e reprimere tali fenomeni di allarme sociale. Come è ovvio, della lettera è stata data comunicazione anche attraverso i canali social della Città di Casarano e la partecipazione della cittadinanza è stata massiccia e molto attenta. Molti gli interventi di chi si dice soddisfatto per l’iniziativa capendo a pieno l’importanza e la delicatezza dell’argomento; c’è chi spera nella forza dissuasiva dell’operazione, come spesso avviene, e chi sottolinea come i fenomeni avverrebbero anche nei paesi limitrofi, facendo notare che il problema è tutt’altro che circoscritto.


Marco De Matteis 



«Indietro
Marco Grasso L'intervista della settimana
Marco Grasso

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising