Sei in: Home»Comuni»Casarano

Il futuro di Casarano secondo Ottavio De Nuzzo

[03/10/2020] CASARANO

Il futuro di Casarano secondo Ottavio De Nuzzo

Nonostante i recenti fatti di cronaca che hanno scosso l’intera comunità, il neo eletto sindaco ha iniziato la sua avventura, nel segno della continuità con il suo predecessore Gianni Stefàno

 

Raccogliendo le ambizioni del centrodestra lasciate in eredità dal precedente sindaco Gianni Stefàno, Ottavio De Nuzzo è il nuovo sindaco di Casarano. Il geometra 55enne ha vinto guadagnando il 52,42% dei consensi, mentre il centrista Fedele Coluccia si è fermato invece al 33%; Antonella Barlabà e Marzia Ferraro hanno raccolto rispettivamente il 10% e il 5% dei consensi. 

L’arresto di Antonio De Marco, il 21enne reo confesso assassino di Eleonora Manta e Daniele De Santis, ha fortemente scosso tutta la comunità di Casarano, al punto che la cerimonia di investitura del sindaco si è svolta in forma privata. Tuttavia, adesso è tempo di pensare al futuro della città come lo stesso De Nuzzo ci racconta in questa intervista. 

Sindaco, all'interno del suo programma elettorale ci sono punti fermi quali cultura e ambiente, insieme all’installazione di foto-trappole. Perché vede necessaria l'adozione di tali misure? 

La salvaguardia dell’ambiente e il controllo del territorio sono tra le priorità della mia Amministrazione, per cui si vede necessario anche il contributo dei cittadini e del loro senso civico. Le fototrappole sono uno strumento utile per contrastare l’abbandono di rifiuti nelle campagne: la prospettiva di ricevere pesanti sanzioni può scoraggiare tale fenomeno. Il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza servirà a rafforzare il controllo del territorio urbano, per garantire maggiore tutela della sicurezza pubblica, di concerto a un costante lavoro sinergico tra la Polizia Municipale, potenziata attraverso l’assunzione di personale, per dare seguito, concretamente, al Patto per la Sicurezza Urbana siglato in Prefettura, nello scorso ottobre.  

In che modo si è mossa finora Casarano in materia di rifiuti?

Prima di chiedere maggiore sforzo e di avviare delle campagne di sensibilizzazione per promuovere il riciclo, è necessario fornire servizi funzionali ed efficienti per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.  Casarano si è dotata di un ecocentro comunale ove i cittadini possono conferire i rifiuti; tale ecocentro, di recente è stato candidato ad un bando per realizzarne l’ampliamento e il potenziamento. Il nostro è tra i primi Comuni ad aver avviato la raccolta differenziata spinta nell’agosto 2018, gettando le basi per la riduzione progressiva e significativa del rifiuto indifferenziato. 

Altri temi importanti sono lo sviluppo urbano sostenibile, l'attivazione dei servizi per le fasce sociali più deboli e l'adozione di Patti di Inclusione Sociale attiva. Quanto è già stato fatto in materia di solidarietà? 

Negli ultimi 8 anni sono state avviate diverse iniziative per creare una salda rete di solidarietà comunale: penso all’Ambito Sociale di Zona, all’attività svolta dagli assistenti sociali che conoscono in maniera capillare i bisogni e le esigenze dei nostri concittadini. Tanto si può ancora fare per andare incontro ai bisogni delle fasce più deboli e migliorare i servizi sociali, ad esempio, arginando lo spreco farmaceutico e alimentare attraverso l’impiego di nuove piattaforme che permettono di mettere a disposizione della comunità le risorse di cui dispone tempestivamente. 

Quanto hanno risentito le imprese casaranesi dell'emergenza Covid e quanto invece ha giovato alla città il turismo estivo? 

Le imprese casaranesi hanno subito le conseguenze negative del blocco della produzione e del calo delle vendite dovute alla pandemia. Pertanto gli sgravi sul pagamento dell’Imu e della Tari serviranno inizialmente a incentivare l’apertura di attività artigianali e commerciali nel cuore pulsante della nostra città. Importante è la prosecuzione delle attività di promozione previste dal Distretto Urbano del Commercio, di cui fanno parte l’Amministrazione, le associazioni di categoria (Confcommercio e Confesercenti), le attività commerciali e le imprese. Chiaramente questo è solo un primo importante tassello relativo alle politiche per lo sviluppo economico e commerciale della nostra città.

 

Ruben Alfieri 



«Indietro
Laura De Ronzo L'intervista della settimana
Laura De Ronzo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising