Sei in: Home»Comuni»Casarano

Il calcio, l'emozione pių bella

[25/10/2019] CASARANO

Il calcio, l'emozione pių bella

Entra nel vivo il campionato di categoria Dilettanti per il Casarano Calcio, che domenica prossima incontrerà l’Altamura. Intanto il club rossoblù lancia un progetto per le scuole 

 

Delle trentaquattro giornate ne sono state disputate otto e il calendario entra nel vivo. Ogni gara diventa fondamentale e l’equilibrio è lampante. Nelle prime posizioni cinque squadre si contendono la testa con soli due punti di distanza, tutte le altre seguono vicinissime. Tra queste troviamo il club del patron Antonio Filograna Sergio che, con tre vittorie e due pareggi, è a quota 11 punti in decima posizione. Dalla undicesima alla quinta -il Brindisi- ci sono solo tre punti di distacco; Brindisi contro cui il Casarano ha avuto la forza per dominare e realizzare un sonoro 4 a 0, sintomo che la squadra messa su è assolutamente all’altezza. 

Domenica 27 è atteso al “Capozza” l’Altamura, tre punti sotto i rossoblù. Il match servirà a dare agli addetti ai lavori molte risposte. Che servono perché il campionato del Casarano, fin qui, non è stato facilmente inquadrabile. Una sconfitta contro il Taranto all’esordio, l’exploit col Brindisi e due sconfitte consecutive con Cerignola nel recupero della prima giornata e Andria nella quarta. Poi il cambio di rotta a partire dal derby col Nardò vinto per 1 a 0. Ancora tre punti sono arrivati contro il Grumentum e due da altrettanti pareggi con Sorrento e Foggia. 

Una squadra, dunque, capace di fare bene contro le prime della classe (Brindisi quinto e Foggia quarto), ma che incappa in giornate no in cui lascia punti per strada. Una squadra in grado di avere uno dei migliori attacchi e una delle migliori difese della categoria con ben 9 gol segnati e 5 subiti. La gara contro Altamura sarà decisiva anche perché a novembre inizia un mese duro per il club di mister De Candia nel quale affronterà il Bitonto, ora capolista, Gladiator, ora seconda, Gelbison, attualmente sesta, e Agropoli.

Intanto il club rossoblù ha lanciato il progetto “Scopriamo l’emozione più bella” che è stato presentato nelle scuole. L’obiettivo è quello di far conoscere ai tanti giovani la vita sana e tutti i vantaggi dello sport al fine di scongiurare comportamenti rischiosi e dannosi per la salute. Calciatori e dirigenti nelle scuole daranno ai ragazzi la possibilità di realizzare interviste ma anche di recarsi allo stadio per conoscere da vicino i meccanismi del campionato. Sarà possibile inoltre assistere dal vivo ad allenamenti e realizzare tour al “Capozza”.  

 

Marco De Matteis 



«Indietro
Isabella Potė L'intervista della settimana
Isabella Potė

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising