Sei in: Home»Rubriche»In copertina

Il Mercatino delle idee

[27/07/2018] IN COPERTINA

Il Mercatino delle idee

Dal 1° al 5 agosto piazze, strade e palazzi del centro storico di Maglie tornano ad ospitare il meglio dell’eccellenza enogastronomica pugliese con la 19esima edizione del Mercatino del Gusto, che quest’anno celebra “baratto delle idee e delle esperienze” 

 

Lo scorso anno è diventato maggiorenne. Oggi è chiamato a dimostrare il livello di maturità raggiunto dopo tutti questi anni, magari riconfermando quel ruolo che si è costruito edizione dopo edizione. Dal 1° al 5 agosto torna a Maglie il Mercatino del Gusto, una delle principali manifestazioni enogastronomiche del Sud Italia e che quest’anno spegne 19 candeline. Sin dalla sua prima edizione l’obiettivo del Mercatino è sempre stato quello di raccontare la Puglia valorizzandone le eccellenze enogastronomiche, coniugando tra loro tradizione e innovazione. 

Questa resta ancora oggi la sfida della manifestazione magliese, che nelle ultime edizioni è stata affrontata assegnando ogni anno un tema che raccontasse caratteristiche, bisogni e prospettive del territorio regionale. Nel 2015 il Mercatino venne incentrato sulla “Cura”, per proseguire negli anni successivi con la “Gioia” e la “Bellezza”. Quest’anno, invece, il tema individuato è quello del “Baratto delle idee e delle esperienze”, un filo conduttore a tutto campo all’insegna della multidisciplinarietà e dell’ibridazione dei saperi. Una tematica che parte da una consapevolezza, quella di aver attuato in tutti questi anni, con espositori e visitatori, un baratto di idee; 19 edizioni nel corso delle quali il Mercatino ha riempito un bagaglio di valori ed esperienze che quest’anno verranno messi a frutto. 

Questo è anche il risultato del confronto instaurato con i tantissimi professionisti che operano nel grande evento magliese, come artigiani della produzione alimentare, cuochi, operatori turistici, aziendali, della ristorazione. Attraverso il baratto, quindi, il Mercatino ha acquisito dall’altro qualcosa che finora non ha mai avuto: un’esperienza, un’idea, un metodo, una visione, un saper fare e progettare, un cibo, una storia, una tecnica, o anche nuovi linguaggi per raccontare il territorio. 

Attraverso questo percorso il Mercatino del Gusto è cresciuto, è diventato maggiorenne e adesso può considerarsi maturo per compiere uno step ulteriore: sfruttare quanto acquisito con questo baratto per oltrepassare il contesto regionale e assumere una visione nazionale e poi internazionale, vincendo così quella che è la sua sfida: raccontare la Puglia attraverso le sue peculiarità enogastronomiche. Il Mercatino è maturo per questo passo? Noi crediamo di sì, e il baratto di idee ed esperienze che si concretizzerà, in modo più consapevole, in questi cinque giorni, tra le vie e le piazze del centro storico di Maglie potrà forse fornire la chiave giusta per aprire un nuovo percorso. 

 

Itinerari sensoriali nel centro storico 

 

Sono sempre numerosi gli appuntamenti inseriti nel programma del Mercatino del Gusto, ma il cuore dell’intera manifestazione resta sempre il centro storico di Maglie, con le sue piazze e strade che per cinque giorni diventano contenitori delle eccellenze enogastronomiche pugliesi. I visitatori potranno così percorrere la Via dell’Olio Extra Vergine di Oliva (piazza Aldo Moro) e degustare gli oli di Puglia, oppure soffermarsi sulla Piazza del Vino (piazza Aldo Moro) o sulla Piazza della Birra Artigianale (Palazzo De Marco e piazza Frantoio Ipogeo). Via della Gastronomia (via Ginnasio) continuerà anche quest’anno ad esporre aziende di eccellenza nella produzione di pasta, prodotti da forno, salumi, formaggi o conserve sott’olio. La Via dei Presìdi e delle Comunità del Cibo pugliesi (via Roma) ospiterà gruppi di persone che producono cibo di qualità in maniera sostenibile, salvaguardando le piccole produzioni di eccellenza, nonché razze autoctone e varietà di ortaggi, legumi e cereali. Lungo la Via del Benessere (piazza Aldo Moro) si potrà invece pensare alla cura del proprio corpo con i prodotti per la pelle a base di aloe vera. Le più famose specialità dolciarie regionali (‘cupeta’, cassatine, mafalde), ma anche liquori e grappe, troveranno invece spazio nella Via dei Dolci (via Trento e Trieste), mentre sono confermate anche la Piazzetta del Gelato (piazzetta Caduti di Via Fani) e L’angolo del Caffè (largo San Pietro).

Al Cibo di strada sono state assegnate due postazioni (cortile di Palazzo De Marco e piazza Frantoio Ipogeo) nelle quali poter assaporare tipicità pugliesi come bombette, zampina, pezzetti di carne e peperoni, puddica, pucce, panini di mare, chips di patate seglinda, la cumma, il calzone, fish & chips e porzioni di pasta di grano “Senatore Cappelli”. La tradizione italiana sarà poi costituita dalla Via della Pizza (Piazza Mercato) e da Pasta experience, che completano l’itinerario enogastronomico del Mercatino. 

Non mancheranno, però, altri appuntamenti collaterali come la partecipazione del duo “Gino & Sergio” (Gino Di Mitri e Sergio D’Oria) che con il giornalista Nunzio Pacella racconteranno storie di tipicità rare e storiche, con l’accompagnamento di olio e vino. Torneranno anche i laboratori “Gusto Lab” di Pino De Luca e la musica popolare di “Gusto Folk”, curato dall’associazione Tarantarte. Spazio anche alle nuove uscite editoriali con il “Baratto Letterario” e al “Corso dall’orto alla tavola” con Roberto Aloiso. Infine, appuntamenti anche per i più giovani con le “Masserie Didattiche” e, per i più piccoli, con il “Mercatino Junior”. 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Isabella Tundo L'intervista della settimana
Isabella Tundo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising