Sei in: Home»Live»Spettacoli

Il Leonardo pittore secondo Vittorio Sgarbi

[08/02/2019] SPETTACOLI

Il Leonardo pittore secondo Vittorio Sgarbi

Dopo il successo ottenuto con Caravaggio e Michelangelo, Vittorio Sgarbi va in scena il 17 febbraio al Teatro Politeama Greco di Lecce con uno spettacolo dedicato al genio insuperabile di Leonardo da Vinci. “Leonardo aveva una convinzione profonda, che il pensiero fosse più importante della concretezza delle cose”, afferma il critico d’arte nel suo nuovo spettacolo, che promette di immergersi nell’infinita produzione del talento universale del Rinascimento. 

Leonardo di ser Piero da Vinci era ingegnere, pittore e scienziato, ma si occupò anche di scultura ed architettura, offrendo un contributo impareggiabile nei più disparati campi dell’arte e della conoscenza. Vittorio Sgarbi in tre ore, tra proiezioni di immagini, parole e musiche allusive al tempo rinascimentale composte da Valentino Corvino, analizzerà in particolare il Leonardo pittore. “Era curioso, maestro nel dire cose poetiche, suonatore di liuto, filosofo, naturalista -spiega il famoso il critico d’arte-. Tutte discipline legate all’effimero, eccetto la pittura. Era un grande pittore, ma non un grande esecutore. Leonardo dimostra incapacità tecnica. Non a caso molte delle sue opere sono incompiute, si pensi all’Adorazione dei Magi. Per lui la pittura era una cosa mentale, legata al mondo delle idee e l’esecuzione passava in secondo piano. In questo era molto moderno. Il suo percorso va dall’Ultima cena all’orinatoio dell’artista Marcel Duchamp, che è la reincarnazione di Leonardo. Per entrambi l’arte era legata all’idea di arte”. 



«Indietro
Ambra Mongị L'intervista della settimana
Ambra Mongị

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising