Sei in: Home»Comuni»Maglie

Gravidanza e buona alimentazione, un binomio imprescindibile

[29/11/2019] MAGLIE

Gravidanza e buona alimentazione, un binomio imprescindibile

Ai corsi di accompagnamento al parto del Consultorio Familiare di Maglie le future mamme imparano quali cibi assumere secondo le linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità

 

Il Consultorio Familiare del Distretto di Maglie è impegnato da tempo con i corsi di accompagnamento al parto, un impegno che è ripagato dalla soddisfazione dell'utenza in costante aumento, con la quale si approfondiscono gli “indicatori” dello stato di benessere in gravidanza. Fra questi è fondamentale l'alimentazione, indispensabile a garantire un buon esito della gravidanza. Attraverso un adeguato incremento del peso corporeo e un buon stato nutrizionale infatti si possono prevenire efficacemente tante forme di patologie tumorali e metaboliche. 

In generale, nel primo trimestre il fabbisogno calorico non necessita di essere incrementato mentre, a partire dal secondo trimestre, l’aumento dei tessuti materni e la crescita fetale determinano un progressivo incremento del fabbisogno calorico. Facciamo riferimento alle Linee Guida “Gravidanza fisiologica”, documento redatto da un gruppo multidisciplinare dell’Istituto Superiore di Sanità: tra le raccomandazioni, al capitolo “Stile di vita”, vediamo come in gravidanza sia consigliata un’alimentazione variata. 

Gli alimenti fondamentali da assumere sono: abbondanti quantità di frutta e verdura, farinacei (pane, pasta, riso, patate) proteine derivate da pesce, carne e legumi; abbondanza di fibre derivate da pane integrale; prodotti caseari (latte, formaggi, yogurt).
Per un principio di precauzione, le donne in gravidanza dovrebbero sapere che alcuni tipi di alimenti possono rappresentare un rischio per madre e feto: formaggi a pasta molle derivati da latte crudo, paté, cibi pronti crudi o semicrudi, carne cruda o conservata, salumi, frutti di mare crudi, pesce che può contenere un’alta concentrazione di metilmercurio come tonno, pesce spada, squalo, latte crudo non pastorizzato. In gravidanza il consumo di caffeina (presente nel caffè, nel thè, nella Coca-Cola e nel cioccolato) dovrebbe essere limitato a non più di 300 mg/die. Ulteriori informazioni sulla dieta corretta in gravidanza sono disponibili nel documento Linee guida per una sana alimentazione dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti, all’indirizzo http://www.inran.it/648/linee_guida.html



«Indietro
Salvatore Patisso L'intervista della settimana
Salvatore Patisso

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising