Sei in: Home»Comuni»Casarano

Giudice di Pace, Stefāno chiama in causa i Comuni inadempienti

[21/09/2018] CASARANO

Giudice di Pace, Stefāno chiama in causa i Comuni inadempienti

Il Comune di Casarano ha deciso di agire per vie legali nei confronti dei sei Comuni con cui gestisce gli Uffici del Giudice di Pace per richiamarli al pagamento dei soldi già anticipati. L’ufficio in questione ha dalla sua molte spese di personale e di gestione. Il Consorzio, con Casarano comune capofila, è nato nel 2014, tuttavia i comuni di Racale, Matino, Taviano, Ruffano, Supersano e Melissano non avrebbero partecipato alle spese. Viene lamentato inoltre il fatto che i Comuni non avrebbero neanche inviato il personale richiesto dalla sede centrale e più volte le richieste avvenute tramite pec sono state ignorate. Secondo stime recenti, il debito si aggirerebbe intorno al mezzo milione di euro. 

In uno degli ultimi Consigli comunali anche il Movimento 5 Stelle ha richiamato l’attenzione del primo cittadino Gianni Stefàno sulla questione debitoria. Oltre a quello economico, un altro fardello grava sull’ufficio: quello del personale. Infatti i cinque dipendenti (tre a tempo indeterminato e due a tempo determinato) non garantirebbero lo smaltimento della mole di lavoro (circa 1.200 iscrizioni al ruolo l’anno). Nonostante tutte queste problematiche e difficoltà da Casarano hanno fatto sapere che l’intenzione è quella di resistere e mantenere in piedi la struttura.

 

Marco De Matteis



«Indietro
RafQu L'intervista della settimana
RafQu

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising