Sei in: Home»Rubriche»In copertina

E i 27 comuni dell'Ato Le/1 danno vita al Consorzio per la gestione dei rifiuti urbani

[26/12/2009] IN COPERTINA

E i 27 comuni dell'Ato Le/1 danno vita al Consorzio per la gestione dei rifiuti urbani

L’obiettivo è programmare, realizzare e gestire il servizio in modo unitario, rivolgendosi ad una grande fetta del territorio salentino con oltre 300mila abitanti

 

È stato ufficialmente costituito il Consorzio Ato del bacino Lecce 1. All’organismo sovra-comunale è affidata la gestione dei rifiuti urbani di un’area comprendente ventisette comuni del nord-leccese tra i quali la città capoluogo, ente capofila proprio del primo ambito salentino. Il consorzio, in un’ottica di collaborazione e programmazione tra le diverse amministrazioni comunali che vi fanno parte, dovrà provvedere alla gestione di impianti e servizi che riguardano una grande porzione del territorio provinciale, con oltre 320mila abitanti. La nuova intesa è stata resa nota dal vicesindaco ed assessore all’ambiente del comune di Lecce, Gianni Garrisi, qui anche in veste di presidente dell’Ato Le/1. Con Lecce hanno aderito al progetto per la gestione dei rifiuti urbani del Bacino Lecce 1 gli altri 26 comuni dell’ambito, ovvero Arnesano, Calimera, Campi Salentina, Caprarica di Lecce, Carmiano, Castrì di Lecce, Cavallino, Copertino, Guagnano, Lequile, Leverano, Lizzanello, Martignano, Melendugno, Monteroni di Lecce, Novoli, Porto Cesareo, Salice Salentina, San Cesario di Lecce, San Donato di Lecce, San Pietro in Lama, Squinzano, Surbo, Trepuzzi, Veglie e Vernole. In rappresentanza delle rispettive amministrazioni comunali, ad apporre la firma sul documento d’intesa sono stati i sindaci del centri interessati, dal 2002 ad oggi collegati invece in semplice associazione tra comuni.
Questo passo era stato già previsto nel 2006, ma conflittualità tra i vari comuni ed una lunga serie di contenziosi che hanno tenuto impegnati finanche il Consiglio di Stato avevano finora impedito il raggiungimento di ciò che è stato definito “un importante obiettivo per l’esercizio delle funzioni attinenti all’organizzazione, l’affidamento e al controllo del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani”.
Il vicesindaco e assessore all’Ambiente Gianni Garrisi ha quindi espresso la sua soddisfazione per l’intesa trovata tra i 27 comuni che hanno sottoscritto l’atto di costituzione del Consorzio per la Gestione dei Rifiuti Urbani del Bacino Le/1, unico, tra i 15 Consorzi Ato previsti nella Regione Puglia, rimasto dal 2002 ad oggi ancora come semplice Associazione tra Comuni. “Ringrazio tutti i sindaci ed i rispettivi consigli comunali -ha dichiarato il vicesindaco di Lecce- che si sono impegnati per raggiungere questo importante risultato che consentirà al consorzio di partecipare ai bandi per il finanziamento degli impianti per lo smaltimento dei rifiuti e per il potenziamento dei servizi di raccolta differenziata dei rifiuti e del loro riciclo”.
 



«Indietro
Gaia Benassi L'intervista della settimana
Gaia Benassi

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising