Sei in: Home»Live»Spettacoli

Dajana celebra Natuzza Evolo con "Madre "

[08/02/2019] SPETTACOLI

Dajana celebra Natuzza Evolo con "Madre "

Ha raggiunto oltre 25mila visualizzazioni in un mese su YouTube il nuovo videoclip di Madre è, ultima canzone scritta e interpretata da Dajana D’Ippolito e dedicata a Fortunata Evolo, “Mamma Natuzza”, la mistica di Paravati scomparsa il 1° novembre 2009 per la quale la Congregazione della Dottrina della Fede ha stabilito, il 17 novembre scorso, di avviare la causa di beatificazione. “Abbiamo iniziato le riprese proprio il giorno in cui il Vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea ha annunciato l’ok della Santa Sede per l’avvio del processo di beatificazione -afferma Dajana- Il Signore ha scelto una donna a Paravati, che con il suo immenso amore di mamma potesse dimostrare al mondo intero l’amore sconfinato di Maria, perché col nostro scetticismo, se dovesse venire sulla terra Gesù ancora oggi, forse non lo riconosceremmo e allora il Signore ha scelto Natuzza, donna e madre del nostro tempo, la più simile a noi, che ci fa avvinare a Dio”.

Il videoclip è una produzione calabrese, scelta voluta dall’artista pugliese per omaggiare la terra dove ha sempre vissuto Mamma Natuzza, e porta la firma del regista Mauro Nigro. Le suggestive riprese aeree di Filippo Andreacchio hanno aggiunto quel tocco fortemente emozionale di un video che porta all’esplorazione del pianeta e dell’intimo di ogni cuore. Nel video compaiono anche Antonio Nicolace, figlio di Natuzza, e i tre figli di Dajana: Giuseppe, Beatrice Maria e Gabriele Pio.

Il brano Madre è è il terzo singolo estratto dal suo disco di musica cristiana dal titolo Madre dell’amore, disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming. La tarantina Dajana infatti dopo aver inciso anche con il grande Lucio Dalla e pubblicato un album jazz citato da molti addetti ai lavori come best jazz album italiano, grazie all’incontro con il pittore salentino Giuseppe Afrune, ha intrapreso un forte cammino di fede che l’ha portata a raggiungere la completa consapevolezza del talento che ha ricevuto, quale dono grande di Dio, e ad iniziare un percorso artistico di musica cristiana e liturgica, unendo vita e spiritualità e donando al Signore, fonte di ogni bellezza, la sua arte. 



«Indietro
Marco Bonini L'intervista della settimana
Marco Bonini

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising