Sei in: Home»Comuni»Lecce

Circolo vizioso

[13/09/2019] LECCE

Circolo vizioso

In attesa della rotatoria che verrà, la nuova viabilità tra viale dell’Università e viale Gallipoli, nei pressi del bar “Rosso e Nero”, nonostante le buone intenzioni non sembra aver risolto i problemi della traffico in quel punto 

 

Erano i primi giorni di agosto quando gli abitanti del capoluogo salentino hanno visto trasformare ancora una volta la segnaletica e la viabilità all’altezza del bar “Rosso e Nero”, parliamo quindi dell’intersezione tra viale dell’Università e viale Gallipoli, nei pressi di via Diaz. Più volte si è intervenuti per trovare una soluzione agli ingorghi che si creano su quello snodo della città, punto nevralgico che mette in comunicazione diverse arterie ma la risoluzione sembra ancora lontana. 

Questa volta la scelta è ricaduta sulla canalizzazione per le vetture che arrivano da viale dell’Università e devono raggiungere viale Gallipoli, verso via De Jacobis. È stato apposto un divieto di transito per cui i mezzi devono proseguire dritti, giungere nei pressi della Chiesa dell’Idria, svoltare a sinistra in via Cadorna e poi immettersi su via Diaz (la via in cui sopraggiungono tutti coloro che arrivano dal sottopassaggio di via Monteroni) per portarsi verso il viale della stazione dei treni. Il divieto di transito non si applica a bus e taxi che possono invece marciare regolarmente. 

Abbiamo parlato con i negozianti e i residenti della zona che ogni giorno sono osservatori del tratto per capire se questa modifica sia stata migliorativa. Molti hanno riscontrato la circolazione maggiormente congestionata. Riferiscono di ingorghi che impiegano diverso tempo a smaltirsi. Una negoziante ci ha confessato: “A me da un lato torna utile perché l’autista che si trova imbottigliato nel traffico si guarda intorno e magari nota il mio negozio che prima, vista la scorrevolezza del traffico poteva non essere visto. Di contro molti clienti a volte si fermavano pochi istanti in seconda fila per ritirare la merce o fare un acquisto veloce cosa che adesso avviene di rado perché manca la possibilità di far manovra o fermarsi causa la presenza di code. Immaginate cosa succederà ora che riaprirà l’anno scolastico? Molti non rispettano il senso vietato. L’altro giorno una signora è venuta addirittura a chiedermi se ci fossero telecamere attive per avere la tranquillità di non essere rilevata nell’infrazione”. 

Sicuramente il fine è giusto e nessun dubbio sulla bontà dell’Amministrazione comunale di risolvere un problema annoso ma da quanto emerge sembra che questa modifica della viabilità non sia la risposta ottimale. Sarebbe opportuno rivedere la situazione e valutare da più prospettive una soluzione utile. 

 

Stefania Zecca 



«Indietro
Antonio Maggio L'intervista della settimana
Antonio Maggio

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising