Sei in: Home»Rubriche»Sport

Chievo-Lecce: ultima corsa per il paradiso

[11/05/2012] SPORT

Chievo-Lecce: ultima corsa per il paradiso

Al “Bentegodi” c'è in palio la salvezza per i giallorossi di Serse Cosmi, che dovranno battere i clivensi ed attendere la sconfitta del Genoa contro il Palermo di Fabrizio Miccoli
 
Il Lecce crede nel miracolo sportivo. La matematica tiene ancora aperti tutti i giochi per la salvezza sul campo ed il tecnico Serse Cosmi ha suonato la carica da autentico condottiero nell'ultima battaglia per la conquista di un posto nell'olimpo della serie A. Per conquistare la permanenza i salentini dovranno vincere domenica sul campo del Chievo Verona (ore 20,45 al “Bentegodi” di Verona) ed allo stesso tempo il Genoa dovrà perdere contro il Palermo di Miccoli. A Lecce al “Romario del Salento” sono state dedicate gigantografie con la scritta “San Fabrizio facci il miracolo!”.
Per domenica la squadra giallorossa proverà a scrivere l'ultimo capitolo della missione-salvezza. Nell'occasione cercherà di lasciare da parte tutte le preoccupazioni per un club, che attende le decisioni della Procura Federale e della Procura della Repubblica sul “calcio-scommesse” e sulla presunta combine del derby Bari-Lecce.
Il capitano Guillermo Giacomazzi (nella foto) assicura: “Dobbiamo crederci per forza. C'è una possibilità che non dipende solo da noi. Dobbiamo crederci in primis per rispetto di noi stessi. Dispiace essere in questa situazione perché abbiamo fatto una bellissima rincorsa, facendo vedere carattere e un buon calcio -afferma il mediano uruguaiano, 34 anni-. Contro Parma e Fiorentina abbiamo buttato via delle grosse occasioni, perchè eravamo troppo ansiosi di vincere. In un campionato è normale che non si possa mantenere lo stesso livello da un punto di vista tecnico e fisico. La nostra è una squadra che non ha saputo gestire le energie, perché pratichiamo un gioco dispendioso e abbiamo giocato al 110%”.
Ed al “Via del Mare” sabato scorso, dopo il ko contro la Fiorentina, sono giunti gli applausi dei tifosi a ringraziare l'impegno della squadra in questa rincorsa. “Ad essere sincero -sottolinea Giacomazzi- non me lo aspettavo. Sono rimasto sorpreso. I nostri tifosi hanno capito che chi ha difeso questi colori ha dato il massimo. Sono orgoglioso dei nostri tifosi, sono unici. Voglio ringraziarli a nome della squadra e ora speriamo di sfruttare questa ultima possibilità”.
Ed il cursore Davide Brivio presenta l'ultima missione stagionale: “Certamente quella di domenica scorsa è stata una bella botta, però ora abbiamo ancora questa opportunità -afferma il terzino-. Cercheremo di vincere a Verona, guardando poi al risultato del Genoa. Da uno a dieci: ci credo dieci. Il mister ci sta caricando già da inizio settimana. Dobbiamo rialzare la testa per cercare di ottenere i tre punti domenica prossima. La stagione non è ancora finita, per cui mi sembra prematuro parlare ora di eventuali rimpianti. Certamente le tre partite perse in casa con zero punti ottenuti rappresentano una grossa chance che abbiamo mancato. Sicuramente a Verona non sarà facile perché troveremo una squadra, che, dopo il pareggio di Palermo, vorrà fare risultato nell’ultima partita dell’anno davanti ai propri tifosi. Abbiamo una possibilità, la speranza è l’ultima a morire. Prima dovremo pensare a vincere la nostra partita e poi vedere quello che succederà a Genova“. 
 
Pasquale Marzotta 


«Indietro
Laura De Ronzo L'intervista della settimana
Laura De Ronzo

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising