Sei in: Home»Comuni»Maglie

Candido 1859, 160 anni di bella storia

[25/10/2019] MAGLIE

Candido 1859, 160 anni di bella storia

Un traguardo importante quello raggiunto dalla storica azienda di abbigliamento a Maglie, da cinque generazioni punto di riferimento indiscusso per lo stile e l’eleganza 

 

Un amore lungo 160 anni. Sempre nello stesso posto, nel cuore della sua città. È un legame indissolubile quello che lega Maglie e Candido 1859, storico store di moda e abbigliamento di piazza Aldo Moro e punto di riferimento del settore per l’intero territorio provinciale. È un anniversario importante quello che sta celebrando la nota azienda magliese, che già lo scorso giugno aveva organizzato per l’occasione un particolare evento con una serie di promozioni e che fu protagonista di un articolo della rivista Amazing Puglia, la quale dedicò una delle sue copertine proprio alla famiglia Candido. 

Un’avventura portata avanti dalla famiglia magliese da ben cinque generazioni e le cui redini oggi sono tenute da Marco Candido: “In questi 160 anni si è creato un legame indissolubile con il territorio, grazie al quale l’azienda è diventata patrimonio della comunità e dei clienti. Questo è il frutto del lavoro che la mia famiglia ha portato avanti da sempre, grazie anche al lavoro delle mogli che hanno sempre affiancato i mariti nella gestione dell’azienda, una bellissima particolarità che si ripete nella nostra storia familiare”. Un’azienda la cui crescita non è stata però solo accompagnata dai Candido: “In questo lungo arco di tempo non si sono succedute solo cinque generazioni della mia famiglia, ma anche tante altre generazioni di clienti. Alcune signore, ad esempio, si ricordano del corredo che le loro madri acquistavano da noi per il loro matrimonio, come anche molti adulti ricordano quando da giovani venivano da noi accompagnati dai genitori; tutte persone che oggi sono ancora nostri clienti”. 

C’è però un aspetto che Marco giudica prioritario, un elemento che a suo parere rappresenta il punto di forza dell’azienda: “I nostri venditori sono il nostro patrimonio più grande. Moltissimi di loro hanno iniziato a lavorare da noi da giovanissimi e sempre con noi sono giunti alla pensione. Si è creato così un legame profondo tra clienti e venditori, una marcia in più della nostra azienda che fornisce ancora più sicurezza alla nostra clientela. I nostri venditori sono dei consulenti e molti di loro diventano riferimenti di fiducia, imparano a conoscere le abitudini, il gusto, il modo di vestire dei clienti; si tratta di un aspetto molto importante, perché chi si rivolge a noi abitualmente per i propri acquisti sa di poter contare su persone alle quali non hanno bisogno di raccontare ogni volta le loro esigenze. Spesso accade, ad esempio, che il cliente contatti direttamente il nostro venditore, magari anche fuori l’orario di lavoro, per avere indicazioni sulla nostra offerta, come accade a volte anche il contrario”. 

Candido 1859 ha saputo nel tempo trasformarsi in un contenitore più ampio in grado di proporre sempre qualcosa che andasse oltre la vendita di abiti di alta qualità: “Negli ultimi anni abbiamo potuto godere di nuova clientela soprattutto nel periodo estivo, grazie soprattutto alla forte attrattività guadagnata dal Salento. Nonostante questo, però, la nostra azienda si basa su una clientela fissa e stabile verso la quale non vogliamo porci solo come venditori di moda. Noi vogliamo che il cliente che entra da noi possa provare emozioni, possa trovare qualcosa che gli crei soddisfazione personale. Cerchiamo quindi di andare oltre il concetto della moda portando, per quanto ci è possibile, degli argomenti diversi che possano emozionare, ma che non siano direttamente finalizzati all’acquisto. In questi anni abbiamo ospitato numerose mostre e personaggi celebri come Milo Manara, cioè tutta una serie di eventi attraverso i quali è stato come invitare a casa nostra degli amici/clienti con i quali condividere argomenti differenti in grado di arricchirci, ma sempre in linea con il nostro concetto di stile e gusto”.

Amministratori, venditori e clienti restano però gli elementi che compongono una sola grande unità, che è Candido 1859: “Io sono solo di passaggio -continua Marco - perché l’azienda c’era prima di me e mi auguro ci sia anche dopo. Noi siamo solo degli amministratori pro tempore di una realtà che dobbiamo rispettare e fare evolvere nella maniera corretta, ma che ha una sua identità, una sua forza, una sua vita, dove al suo interno è possibile notare, ad esempio, la presenza di elementi di arredo degli anni ’50 e altri ancora più vecchi. Più che un’azienda o una società, mi viene definirla una entità che vive di vita propria e che abbiamo il dovere di rispettare, nonché di traghettare e adeguare ai tempi, mantenendo, però, quella coerenza di base che serve a dare continuità”.

Cinque generazioni di Candido si sono succedute alla guida dell’azienda. Una tradizione che proseguirà anche in futuro? I presupposti e gli auspici ci sono, ma per Marco Candido non è una priorità: “Mi auguro e immagino che i miei successori siano ancora dei Candido. Ho tre figlie cresciute a pane e negozio, ma non è scontato che seguano le orme di famiglia. Ognuna di loro ha le sue passioni e i suoi interessi, e ciò che conta è che seguano la loro strada. Anche io da ragazzo non era attratto dalla moda e dall’abbigliamento, ma quando sono entrato in azienda ho iniziato ad interessarmi al settore e adesso ciò che prima vivevo come un peso ed una responsabilità rappresenta la mia passione. Merito anche di un gruppo stupendo che mi ha fatto crescere e maturare. Il mio auspicio è che anche una delle mie tre figlie possa emulare il mio percorso, ma se non dovesse essere così andrà bene lo stesso”.

I 160 anni rappresentano sicuramente un traguardo straordinario e invidiabile, ma porta anche a nuove sfide: “Oggigiorno l’evoluzione è rapidissima e le regole di oggi non saranno quelle di domani. Alcuni punti, però, dovranno rimanere saldi nella filosofia di Candido e si tratta di due in particolare: il legame con il territorio, che dovrà restare sempre il nostro core business a prescindere dai mutamenti che interverranno nel settore, e la coerenza con i concetti di stile, gusto e rispetto per le regole, soprattutto nei confronti del cliente; tutti elementi che hanno sempre caratterizzato la nostra storia e che si rivelano indispensabili per una realtà che, come la nostra, ha sempre puntato verso l’innovazione”.



«Indietro
Isabella Potý L'intervista della settimana
Isabella Potý

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising