Sei in: Home»Comuni»Tricase

BiodiversitÓ alimentare e umana: i 'frutti minori' diventano risorsa

[08/11/2019] TRICASE

BiodiversitÓ alimentare e umana: i 'frutti minori' diventano risorsa

Al via il progetto “Erbacce” della cooperativa Terrarossa, grazie al quale è nata una rete di agricoltori ed Enti per il reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati 

 

“Erbacce - biodiversità alimentare e umana” è il progetto che la cooperativa Terrarossa di Tricase ha proposto per il bando “Coltiviamo agricoltura sociale” di Confagricoltura, un’idea virtuosa e ambiziosa che si fonda su un intervento integrato per l’erogazione di servizi socio-educativi, volti al reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, con particolare riferimento a giovani utenti psichiatrici e famiglie migranti. La realizzazione del progetto passa attraverso una rete di operatori agricoli in partnership con ulteriori attori territoriali. Partner operativi del progetto sono CSV Salento, Arci Lecce, il Parco Naturale Regionale Otranto - Leuca e il Comune di Tricase.

L’Ambito Territoriale Socio Sanitario, il Centro di Salute Mentale dell’Asl, le Comunità riabilitative assistenziali psichiatriche del territorio, i locali Sprar implementeranno le attività di apprendimento e tutoraggio at work, volte ad un successivo reale inserimento lavorativo dei destinatari tra le aziende della rete, ma non solo. Il progetto “Erbacce” prevede poi un piccolo laboratorio multifunzionale, per l’attivazione di un servizio di agricatering Sociale e per la trasformazione e confezionamento di una gamma di prodotti da agricoltura sociale (i “Biodiversi”) a partire dalle risorse della biodiversità alimentare coltivata e spontanea, nel quale impegnare quegli utenti che avranno dimostrato particolari attitudini. “L’idea infatti è quella di mettere a valore le diversità di tutti -fanno sapere i promotori del progetto-, condividendo un momento di lavoro e confronto positivo e propositivo, finalizzato a curare, le piante, i frutti, gli ortaggi meno considerati e diffusi che con destino paragonabile a tante persone vivono ai margini. L'intervento è pensato per realizzare un piccolo momento di riscatto e restituzione di valore ad una piccola parte di un'umanità che troppo spesso è relegata ai margini”. 

La coop. Terrarossa è solo una delle realtà della rete che realizzerà il progetto, occasione anche per costituire anche giuridicamente questo tessuto economico sociale che spesso opera in sincrono. Chiunque può aiutare Terrarossa e la rete di partner a realizzare “Erbacce”, basta collegarsi al sito https://www.coltiviamoagricolturasociale.it/progetti/erbacce-biodiversita-alimentare-e-umana.

 

M. Maddalena Bitonti 



«Indietro
Salvatore Patisso L'intervista della settimana
Salvatore Patisso

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising