Sei in: Home»Rubriche»Primo Piano

Benvenuto, Francesco!

[06/04/2018] PRIMO PIANO

Benvenuto, Francesco!

Al via il conto alla rovescia ad Alessano per l'imminente arrivo di Papa Francesco, fissato per il 20 aprile quando ricorreranno 25 anni dalla morte di don Tonino Bello

 

Quella di Papa Francesco sarà una visita significativa per tutto il Salento, seppur breve nella durata e con un protocollo cronometrato al minuto. E per le vie di Alessano comincia a respirarsi un'aria di grande trepidazione e di attesa, man mano che i giorni passano e l'evento si avvicina. “Attendiamo la venuta di Papa Francesco con grande speranza -sottolinea don Luigi Ciardo, parroco del SS. Salvatore di Alessano-. Per noi tutti è un evento di grazia, è l'impegno nel riconoscere in don Tonino un uomo particolarmente straordinario, come prete e vescovo innamorato di Dio e perciò appassionato degli uomini, a partire dagli ultimi. L'attenzione ad ogni persona che ha incontrato, donandosi completamente, ha fatto sentire ognuno un essere unico ed irripetibile”. Sarà questo il messaggio ideale che verrà affidato a Sua Santità il prossimo 20 aprile. 

Papa Francesco partirà dall'aeroporto di Ciampino intorno alle 7.30 e atterrerà all'aeroporto militare di Galatina alle 8.20; da lì il Santo Padre partirà in elicottero alla volta di Alessano, precisamente in direzione del Cimitero comunale. Qui Bergoglio verrà accolto da monsignor Vito Angiuli, vescovo della Diocesi di Ugento - Santa Maria di Leuca, e dal sindaco di Alessano Francesca Torsello. Papa Francesco sosterrà in privato sulla tomba di don Tonino Bello per alcuni istanti di preghiera, prima di salutare i parenti di colui che da tutti viene ricordato come il “Vescovo del Concilio”. Nel piazzale antistante il Cimitero avverrà l'incontro con i fedeli. Sono già in migliaia i credenti, tra residenti e pellegrini provenienti da ogni parte del Salento, pronti a riversarsi ad Alessano per assistere da vicino all'arrivo di Bergoglio.

Dopo il saluto di Sua Eccellenza, Monsignor Vito Angiuli, il Santo Padre pronuncerà il suo discorso ufficiale, prima di ripartire, attorno alle 9.30, in direzione di Molfetta, dove al Porto adiacente il Duomo, lo stesso posto in cui si tennero i funerali di don Tonino, verrà concelebrata la Messa Eucaristica alla presenza del vescovo di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi, monsignor Domenico Cornacchia. Ad accoglierlo, oltre a monsignor Cornacchia ci sarà il primo cittadino molfettese, Tommaso Minervini. Dopo la celebrazione della Santa Messa, Papa Francesco farà ritorno a Roma.

 

 

Resta alto il livello di allerta anti-terrorismo dopo gli arresti in Puglia di militanti jihadisti 

 

Mancano ormai pochi giorni alla visita di Papa Francesco in Salento e la macchina organizzativa procede spedita senza tralasciare alcun dettaglio. A partire dal pericolo terrorismo, il cui livello di rischio si è innalzato dopo la raffica di arresti delle settimane scorse in tutta Italia che hanno colpito presunti affiliati all'Isis. Il piano sicurezza per la visita del Pontefice è ovviamente top secret. Le indiscrezioni raccolte dagli organi di stampa parlano, tuttavia, di una particolare attenzione rivolta ad eventuali minacce provenienti dalle coste. Nei giorni immediatamente precedenti all'atterraggio di Sua Santità ci saranno diversi controlli in mare e lungo i tratti costieri interessati, ispezioni su tutte le barche ormeggiate, verifiche sui fondali con il contributo dei sommozzatori. Motovedette, elicotteri, aerei ed una stringente attività investigativa in collaborazione con i colleghi sulla sponda albanese saranno in funzione per garantire che la visita di Bergoglio avvenga in tranquillità anche per tutti i fedeli che a migliaia si apprestano a raggiungere Alessano, prima, e Molfetta, poi. Al porto di Bari, ad esempio, l'allerta è passata al livello 2 su una scala di 3.

Per quel che concerne, invece, le modalità di accesso alla zona predisposta ad Alessano a ridosso della SP 210 nei pressi del Cimitero, fanno sapere dall'organizzazione, non sono necessari pass personali. I fedeli che giungeranno in gruppo, con gli autobus organizzati dalle parrocchie o dalle associazioni, dovranno dare previa comunicazione alla segreteria della Diocesi di Ugento - Leuca, mentre per poter usufruire del parcheggio gratuito dovranno effettuare la prenotazione attraverso l'apposita piattaforma telematica www.busforfun.com/articolo/papa-francesco, come per chi giungerà con macchine private. Stesso discorso per i fedeli con disabilità o ridotta mobilità. 

L'accesso avverrà tramite due ingressi: per chi viene da sud attraverso la SS 275 via Castrignano, per chi proviene da nord attraverso la SS 275 via Lucugnano. Al termine della visita di Papa Bergoglio i fedeli potranno assistere alla Santa Messa celebrata a Molfetta tramite maxischermi. Dopo la partenza del Santo Padre sarà possibile anche visitare e pregare la tomba di don Tonino Bello, attraverso cui si può ottenere l'Indulgenza Plenaria, concessa alle solite condizioni (Confessione, Comunione, Preghiera secondo le intenzioni del Papa). 

 

Alessio Quarta



«Indietro
Rachele Andrioli L'intervista della settimana
Rachele Andrioli

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising