Sei in: Home»Comuni»Lecce

Benvenuti a San Pio

[21/02/2020] LECCE

Benvenuti a San Pio

Questa settimana vi proponiamo un viaggio in uno dei quartieri più popolari e multietnici di Lecce, fra degrado, istituzioni assenti e inciviltà 

 

Buche, rifiuti, umidità, abitazioni fatiscenti, incuria: è lo scenario che si apre sulle strade del quartiere San Pio, in via Gioacchino Toma dove intersecano via Trento e via Trieste, denominati dai residenti "i cortili". Si tratta di alloggi popolari in gestione all’Arca Sud Salento (ex Iacp), storiche abitazioni del quartiere come storiche sono anche le difficoltà mai risolte. 

Abbiamo ascoltato diverse voci perché molte sono le questioni che rendono la vita difficile in questo rione. Le abitazioni sono messe male in termini strutturali e di igiene, eppure sono molte le persone costrette a vivere in questo stato di cose a causa della mancata manutenzione che Arca Sud dovrebbe fare. Si tratta di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, come pavimentazione, coibentazione delle pareti, rifacimento dei prospetti, dei solai, dei servizi igienico sanitari. Entrando in alcune case arriva immediatamente la difficoltà del vivere quotidiano a causa dell'umidità che imbeve le pareti, il mobilio. I pavimenti hanno mattonelle divelte, così come nelle scale condominiali si inciampa in gradini smozzicati con il rischio di rovinare per terra, senza contare la presenza di topi e blatte. 

I residenti hanno più volte richiesto interventi per migliorare la situazione, non ricevendo accoglimento dall'ente preposto. La faccenda di fatto è complessa: Arca Sud dovrebbe occuparsi degli interventi strutturali ma fa orecchie da mercante (eccezion fatta per piccoli lavori fatti di recente su alcune abitazioni site al pian terreno, dove hanno montato delle veneziane). Una parte di residenti sostiene che le morosità mai risolte di alcuni, relative alle utenze e ai canoni di fitto, forniscano allo ex Iacp l'alibi per non farsi carico degli obblighi che li spettano, altri rimandano alla totale assenza delle istituzioni o spostano la responsabilità del degrado alla presenza degli extracomunitari, che a loro volta si sentono il capro espiatorio. 

Di fatto esistono assegnatari morosi per i canoni di locazione e oneri accessori verso i quali Arca Sud dovrebbe intervenire per il recupero delle somme, ma non lo fa. Questo ha comportato in alcune palazzine il taglio delle utenze a discapito degli inquilini in regola. Alcuni residenti ci hanno raccontato di essere state oltre un anno senza acqua e di aver risolto facendo un contratto privato e svincolato dal resto dello stabile, accollandosi così ulteriori spese per l’impiantistica. Altri subaffittano a loro volta a persone extracomunitarie perché pagano bene (si parla di fitti che raggiungono i 600 euro, cifra che, viste le condizioni abitative, non verrebbe mai proposta ad un salentino). 

Facendo una passeggiata nei “cortili” troviamo sacchi di rifiuti, una radio e delle casse, cocci di bottiglie, depliant pubblicitari. Incrociamo un operatore ecologico della Monteco che ci racconta del malcostume di alcuni residenti di togliere dalle cassette postali i volantini e buttarli per terra: “A volte mentre sto spazzando si affaccia qualche vecchietto che mi chiede se può darmi il sacchetto dell’immondizia (indifferenziata). Ci sono volte in cui si trovano materassi e mobiletti. Basterebbe una telefonata per chiederne il ritiro gratuito, ma preferiscono buttarlo per strada”. A tale proposito si ricorda che esiste un numero verde di Monteco per la prenotazione ed il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti, 800.801020. 

I residenti del rione San Pio chiedono ad alta voce agli enti preposti di farsi carico della situazione e mettere in campo azioni di riqualificazione restituendo dignità ai “cortili”; dalla loro alcuni residenti per interrompere il circolo vizioso, devono andare verso comportamenti virtuosi nell’ottica di un bene proprio e collettivo.  

 

Stefania Zecca - foto di Giulio Rugge 



«Indietro
Maurizio Pellizzari L'intervista della settimana
Maurizio Pellizzari

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising