Sei in: Home»Live»Spettacoli

Arriva "Susco", il nuovo album di Marcello Zappatore

[22/11/2019] SPETTACOLI

Arriva "Susco", il nuovo album di Marcello Zappatore

Tra rock, progressive e musica classica, il musicista leccese firma il suo terzo disco da solista

 

Sarà presentato ufficialmente domenica 24 novembre al Teatro Comunale di Novoli il nuovo album del chitarrista e compositore Marcello Zappatore, dal titolo Susco. Uscito il 21 novembre e prodotto dall’etichetta Workin’ Label della pianista e compositrice Irene Scardia, l’album contiene 12 brani originali da lui composti e arrangiati. Dopo La ciliegina sulla porta (2009) e Propolino (2015), Susco è il suo terzo disco solista, il quarto a voler includere anche la sua colonna sonora del film W Zappatore (vincitore del Brooklyn Film Festival, a New York), di cui è stato anche attore protagonista. 

Susco (italianizzazione di susc, termine dialettale ostunese che vuol dire diffidente) è un piccolo pesce arancione che vive in un mondo di verdi scacchi, popolato da creature dal nome di cinque lettere, fra cui il cane “Poldo”, il bimbo “Opimo” e la “Volpe a stella”. Si tratta di un lavoro di musica totalmente strumentale, che rifugge qualsiasi forma di elettronica e artificio per favorire un approccio molto più diretto e più tradizionale che valorizzi, tramite la scrittura, il contrappunto e gli spazi lasciati all'improvvisazione, un organico di eccelsi musicisti salentini, alle prese con una fusione di svariate atmosfere musicali: Ovidio Venturoso e Dario Congedo (batteria), Emanuele Coluccia (sax), Fabio Zurlo (fisarmonica), Gianpaolo Saracino (violino), Claudia Fiore (violoncello), Gianluca Milanese (flauti) e Andrea Esperti (basso). 

Rock, progressive e musica classica si mescolano fra le tracce, con la chitarra di Marcello che si muove, in mezzo agli strumenti, in modo armonico e pulito, lasciando spazio alle varie personalità degli artisti e prendendo, dove è opportuno, le redini di ritmo e melodia, grazie alle sue eccellenti doti stilistiche e tecniche. Un approccio in alcuni casi operistico, con le leve della sperimentazione che tessono la trama del disco, arrivando ad abbracciare art rock e fusion in un crescendo di tensione espressiva. 

L’uscita del disco è accompagnata da tre videoclip: il primo, Noce di coccole, è un cortometraggio di Giovanni De Santis e Marcello Zappatore che mostra, su un palcoscenico, l’intero ensemble che ha suonato nel disco, con un gufo violinista e un musicista ritardatario che sconvolgerà i piani delle prove. Il secondo, Poldo, contestualmente all’uscita del disco, è un video di animazione realizzato da FD-Light-Project che ha come protagonisti un bimbo e il suo cane (Poldo, appunto) alle prese con incredibili e fantasiose avventure, tra porte dimensionali e creature fuori dal comune. Il terzo, Opimo, in uscita a dicembre, è ambientato nel Club 2001 di Sava; i musicisti sono avvolti da un gruppo di ballerine, appese a degli elastici da bungee jumping, mentre si esibiscono in una particolare coreografia. Il video è stato girato da Davide Restino e montato da Marcello Zappatore.

 

Claudia Mangione 



«Indietro
Salvatore Patisso L'intervista della settimana
Salvatore Patisso

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising