Sei in: Home»Comuni»Lecce

Aria di serie A per l'Us Lecce

[05/04/2019] LECCE

Aria di serie A per l'Us Lecce

Uno straordinario La Mantia, due gol e un assist, trascina i giallorossi alla vittoria per 3-1 sul Cosenza mercoledì scorso. I salentini ora appaiati in testa alla classifica insieme al Brescia 

 

La prima cosa che bisognerebbe fare in questi casi è tenere i piedi ben piantati per terra. È però difficile non farsi prendere dall’entusiasmo dopo gli straordinari risultati conseguiti negli ultimi mesi. Parliamo del Lecce di Fabio Liverani, protagonista del momento nel campionato di calcio di Serie B. Con la vittoria ottenuta mercoledì sera ai danni del Cosenza, in occasione della 31esima giornata, la formazione salentina ha agguantato il Brescia al primo posto della classifica (anche se i lombardi hanno già scontato il loro turno di riposo). 

Davanti a poco meno di 12mila spettatori assiepati sugli spalti del “Via del Mare”, i giallorossi hanno fornito una nuova straordinaria prestazione: è stato di 3-1 il punteggio con il quale il Lecce ha superato la formazione allenata dall’ex Piero Braglia. Eppure la gara non era partita sotto i migliori auspici: dopo solo due minuti, infatti, un errato disimpegno di Lucioni ha consentito un contropiede del Cosenza, concretizzatosi in gol grazie a Garritano. La formazione salentina ha però reagito subito e già al 5° minuto ha rimesso la gara in parità con il gol di Tabanelli, perfettamente servito da La Mantia, il quale ha così posto le basi per un’altra gara da protagonista. Dopo un primo tempo molto equilibrato, l’attaccante giallorosso ha preso per mano la squadra nella ripresa: nel giro di quattro minuti (al 60° e al 64°), La Mantia ha chiuso la gara con una doppietta, grazie anche agli assist di Petriccione e di capitan Mancosu; sono 15 i gol realizzati finora dal 27enne romano, sempre più bomber dei giallorossi.

Salgono così a tre le vittorie consecutive dei giallorossi, quattro nelle ultime cinque giornate di campionato. Il Lecce ora comanda la classifica della Serie B con 54 punti, a braccetto con il Brescia di Eugenio Corini, fermato sul 2-2 a Verona. Se il campionato finisse oggi, la formazione salentina salirebbe direttamente in Serie A, ma la stagione non è affatto conclusa: alla fine del torneo mancano ancora 7 gare e il Lecce deve ancora scontare il proprio turno di riposo, a differenza dello stesso Brescia e del Palermo, sconfitto a Pescara per 3-2 e distante solo 4 punti dai giallorossi. Tutto è ancora in gioco, ma oggi, dopo sei anni trascorsi in una categoria che non gli si addiceva, il Lecce sta dimostrando di essere tornato nel calcio che conta da protagonista. 

 

Alessandro Chizzini 



«Indietro
Gaia Benassi L'intervista della settimana
Gaia Benassi

Web Agency Lecce sciroccomultimedia Posizionamento sui motori di ricerca webrising